L’attività legislativa del Ministro Luigi Credaro (1910-1914)[1]

 

I. Funzionamento della vita scolastica

 

 

A. Didattica e Disciplina ; provvedimenti che direttamente o indirettamente mirano al miglior ordine degli studi nelle scuole d’Italia e in quelle italiane all’estero.

 

Leggi.

 

Legge 18 dicembre 1910, n. 867. - Riordinamento delle scuole italiano all’estero. - (Riguarda le scuole elementari e medie all’Estero. Per le scuole medie il personale è fornito dal Ministero dell’Istruzione, nei cui ruoli rimane inscritto. 118 scuole elementari sono ordinate per regola come quelle del Regno e il personale è scelto per concorso).

Legge 9 aprile 1911, n. 333. - Approvazione della convenzione per l’ in­cremento della R. Università di Bologna. - (Lo Stato assume a totale suo carico il mantenimento della Suola superiore di agraria; si iscrive in bilancio, per gli istituti scientifici, la spesa di L. 1.450.000 in cinque rate. Si iscrive in entrata, pei contributi del Comune e della Provincia, L. 450.000 in cinque rate e L. 1.700.000 da versarsi dalla Cassa di Risparmio).

Legge 11 giugno 1911, n. 528. - Approvazione della spesa di L. 200.000 occorrenti per l’applicazione della legge sul riordinamento delle scuole italiane all’estero.

Legge 2 luglio 1911, n. 637. Maggiori assegnazioni per il mantenimento delle cliniche universitarie di Roma, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Padova, Palermo, Pisa, Sassari e Pavia; per supplemento di interessi maturati sui compensi dovuti all’impresa Maciacchini per lavori di adattamento del Pa­lazzo universitario ex-Botta in Pavia; spesa per l’arredamento di nuovi istituti presso la R. Università di Palermo, concorso dello Stato nella spesa pel monumento a Virgilio in Mantova. (Si iscrive in bilancio la spesa complessiva di L. 841.491.35).

Legge 13 luglio 1911, n. 724. Sistemazione di due scuole elementari nautiche in Napoli e Venezia sulle navi “Caracciolo” e “Scilla”. - (Si istituisce un consorzio pro nave asilo Caracciolo. Si cedono le navi Caracciolo e Scilla rispettivamente al Consorzio ed alla Società veneta di pesca e acquicultura. Il Ministero della Pubblica Istruzione contribuisce con L.16.000).

Leggo 21 luglio 1911, n. 860. - Istituzione di sezioni di ginnasi superiori e licei moderni. - (Si autorizza la istituzione di sezioni di ginnasio e di licei nelle città che hanno più licei-ginnasi o un liceo-ginnasio con un corso completo di classi aggiunte. Si determinano gli insegnamenti che vi si impartiranno, i titoli per l’ammissione etc. Si istituiscono i lettori per l’insegnamento delle lingue straniere nelle Università e borse di perfezionamento all’estero negli studi delle letterature straniere.

Legge 21 luglio 1911, n. 861. Istituzione di corsi magistrali in Comuni sedi di ginnasi isolati e privi di scuola normale. -(Si istituisce presso i detti istituti un corso magistrale biennale. Si determinano gli insegnamenti, le norme per l’ammissione, il modo di provvedere alle cattedre, le tasse etc. Attualmente si hanno 31 corsi magistrali, cioè scuole normali a base classica.

Legge 6 giugno 1912, n. 620. Autorizzazione al Governo del Re ad istituire l’insegnamento dell’arabo in alcune scuole tecniche. -(L’insegnamento si istituisce in alcune scuole tecniche della città che abbiano un maggior interesse allo studio dell’arabo. Si rimanda al regolamento lo stabilire le condizioni per la istituzione dei posti di ruolo e la misura degli stipendi e delle retribuzioni).

Legge 27 giugno 1912, n. 677. Ispettorato delle scuole medie e normali. -(Si istituiscono 37 Ispettori. Si indicano le sedi nella tabella annessa. Si dettano norme per il funzionamento dell’Ispettorato).

Legge 27 giugno 1912, n. 678. Disposizioni per gli esami nelle scuole elementari, popolari e medie. -(Si aboliscono gli esami bimestrali e trimestrali. Si aboliscono il passaggio senza esami alla IV ginnasiale, alla II istituto tecnico, e la maturità e la licenza senza esami. Per le altre classi si richiede, pel passaggio senza esami una media di 7 (scuole elementari e primi due anni scuole medie di primo grado) o di 8 (negli altri casi). L’alunno può essere iscritto alla stessa classe per due anni soltanto. S’istituiscono la dichiarazione d’idoneità e la licenza limitata).

Legge 29 maggio 1913, n. 920. - Sistemazione della Sezione industriale del R. Istituto tecnico di Bergamo. - (Si crea l’Ente morale: “Scuole indu­striali di Bergamo”. Il ministero dà un Contributo ai L. 49.000 e si provvede alla costruzione dell’edificio per detto Istituto).

Legge 19 giugno 1913, n. 769. - Assegnazione straordinaria in aumento ai fondi stanziati per le spese degli Istituti Scientifici della R. Università di Napoli - (I detti fondi si aumentano di L. 60.000).

 

 

Decreti.

 

R.D. 21 luglio 1910, n. 529, che approva alcune modificazioni ed aggiunte al Regolamento 3 agosto 1908 n. 623 per la esecuzione delle leggi 8 aprile 1906 nn. 141 e 142.

R.D. 29 settembre 1910, n. 965, che istituisce una Sezione fisico-artistica nel R. Istituto tecnico “G. Galilei” di Firenze.

R. D. 19 febbraio 1911, n. 208, che aggiunge una disposizione al regolamento generale per l’istruzione elementare. - (Orari, intervallo fra il 1° e il 2° periodo delle lezioni).

R.D. 28 settembre 1911, n. 1109, che porta norme sull’ordinamento dell’Istituto Superiore di studi commerciali e amministrativi di Roma.

R.D. 28 settembre 1911, n. 1162, che approva i nuovi programmi per l’insegnamento del greco e della matematica nei licei e nei ginnasi superiori e sopprime la facoltà di opzione fra queste due materie.

R.D. 5 novembre 1911, n. 1495, che approva il Regolamento per l’esecuzione della legge 21 luglio 1911, n. 860. sui Ginnasi e Licei moderni.

R.D. 5 novembre 1911, n. 1512, che approva il Regolamento per l’applicazione della legge 21 luglio 1911, n. 861, sulla istituzione dei corsi magistrali in sedi di Ginnasi isolati.

R.D. 11 gennaio 1912, n. 27, che approva il Regolamento per il lettorato di lingue straniere nelle RR. Università e le norme per i vincitori delle borse di perfezionamento per lo studio di dette lingue.

R.D. 15 febbraio 1912, n. 351, che sopprime le sezioni speciali e il corso complementare di applicazione agli studi commerciali presso il R. Istituto tecnico di Trapani.

R.D. 25 febbraio 1912, n. 158, con il quale vengono approvati gli orari ed i programmi d’insegnamento per la IV classe della sezione moderna dei ginnasi.

R.D. 9 maggio 1912, n. 893, che approva il Regolamento ed i programmi per gli esami di abilitazione all’insegnamento della lingua araba nelle scuole medie.

R.D. 20 giugno 1912, n. 1005, che approva il Regolamento per le scuole italiane all’estero.

R.D. 6 settembre 1912, n. 1181, che dà l’esecuzione all’accordo tra l’Italia e la Francia per lo scambio di Assistenti italiani e francesi per l’insegnamento delle lingue viventi nelle Scuole secondarie maschili in Italia e in Francia.

R. D. 24 ottobre 1912, n. 1211, che approva le norme concernenti il servizio di ispezione alle scuole primarie ed il personale degli ispettori e dei vice ispettori scolastici.

R.D., n. 1247, che approva i programmi di insegna­mento e gli orari per le classi IV e V delle sezioni moderne dei ginnasi.

R.D. 5 dicembre 1912, n. 1448, che stabilisce il numero delle classi nelle sezioni moderne di ginnasio superiore per l’anno scolastico 1912-911.

R. D. 16 febbraio 1913, n. 202, che approva il Regolamento per il pareggiamento di scuole classiche, tecniche e normali.

R.D. 8 giugno 1913, n. 988, col quale viene approvato lo Statuto organico per la libera Università degli studi di Camerino.

R. D. 22 giugno 1913, n. 1216, che approva il Regolamento per gli esami nelle Scuole elementari e popolari.

R. D. 22 giugno 1913, n. 1217, che approva il Regolamento per gli esami nelle scuole medie e normali.

R.D. 11 luglio 1913, n. 1024, che modifica il Regolamento 5 novembre 1911, n. 1512, sull’istituzione dei Corsi magistrali in sedi di ginnasi isolati. (Nessuno può frequentare il corso magistrale più di 4 anni).

R.D. 28 settembre 1913, n. 1213, che approva gli orari e i programmi d’insegnamento per le sezioni di ginnasi e licei moderni.

R.D. 4 agosto 1913, n. 1339, che approva il Regolamento delle scuole per i militari in servizio.

R. D. 4 Gennaio 1914, n. 27, che approva le istruzioni, i programmi e gli orari per gli Asili infantili e i giardini d’infanzia.

R. D. 15 gennaio 1914, n. 56, che approva l’ordinamento scolastico della Tripolitania e della Cirenaica.

 

 

Circolari.

 

5 aprile 1910, n. 28. - Ispezioni alle scuole elementari. - Richiama al regolare funzionamento del servizio di ispezione: specchietto preventivo di scuole da visitare, da approvarsi dal Provveditore, e da allegarsi al rendiconto delle indennità. Revisione delle spese sostenute dagli ispettori.

21 maggio 1910, n. 38. Avvertenze e risoluzioni di quesiti circa alcune disposizioni del regolamento 13 ottobre 1904, n. 158 e della legge 11 giugno 1907, n. 324. - Pubblica norme di giurisprudenza scolastica e relative agli esami nelle scuole medie.

9 luglio 1910, n. 47. Somme messe a disposizione dei RR. Prefetti Presidenti dei Consigli Scolastici Provinciali per le spese di ispezione alle scuole elementari durante il primo semestre dell’esercizio finanziario 1910-11. - Pubblica le tabelle dell’assegnazione di fondi relativi distribuiti per provincia.

4 ottobre 1910, n. 49. - Riunione dei capi degli istituti di istruzione nel capoluogo di Provincia. - Scopo di queste periodiche riunioni dev’essere il prendere accordi su questioni di interesse comune per l’andamento disciplinare e didattico degli istituti medi.

18 dicembre 1910, n. 60. - Per le discipline nelle scuole medie. - dà istruzioni ai Capi di Istituto sul modo di comportarsi in occasione di scioperi di studenti o d’altri disordini.

1° marzo 1911, n. 8. - Visita alle scuole serali e festive. - Ordina che si tengano dagli ispettori appositi verbali per queste visite, notando fra l’altro se la scuola meriti d’essere confermata per un altro anno, e la regolarità del suo funzionamento.

15 settembre 1911, N 45. - Sui libri di testo in uso nelle scuole medie private. - Raccomanda ai provveditori la revisione dei libri di testo prima di concedere l’apertura delle scuole private.

23 settembre 1911, n. 46. - Sulla formazione delle classi aggiunte. - Le proposte di formazione di classi aggiunte dovranno farsi dopo esaminata l’ampiezza dei locali e solo in base agli alunni inscritti e frequentanti.

23 ottobre 1911, n. 57. - Età degli alunni per I’ ammissione all’esame di maturità. - Richiama il limite di 10 anni voluto dalla legge 4 giugno 1911 n. 487.

20 novembre 1911, n. 61. - Ginnasi e licei moderni. - Comunica ai Provveditori di Bologna, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Torino, Roma, Venezia, le istruzioni e programmi provvisori per la classe IV delle Sezioni Moderne dei Ginnasi.

30 novembre 1911, n. 63. - Riordinamento delle scuole rurali. - Ne dà le norme.

29 dicembre 1911, n. 4. - Assenze ingiustificate degli alunni. - Richiama Presidi e Direttori a ricordare agli alunni e ad applicare sanzioni disciplinari contro assenze ingiustificate.

24 febbraio 1912, n. 24. - Ordinamento didattico della scuola popolare. Sussidi per gli insegnamenti facoltativi ad integrazione delle classi V e VI delle provincie meridionali. - Norme adottate dalla Commissione Centrale per il Mezzogiorno per la concessione dei detti sussidi.

20 marzo 1912, n. 28. Circa la tesi d’esame nelle scuole medie. - Norme per la compilazione e il tempo di presentazione dei dette tesi.

10 aprile 1912, n. 35. Sulla scelta dei libri di testo nelle scuole medie. - Norme e criteri per la buona scelta dei libri di testo.

26 dicembre 1912, n. 2. - Inscrizioni per più anni al corso di un privato docente. - Divieto di inscrizione, se il docente ripeta lo stesso argomento di lezioni.

1° aprile 1913, n. 17. Ispezione sugli Istituti di istruzione media. - Divieto di congedi agli insegnanti nel periodo delle ispezioni.

26 aprile 1913, n. 25. - Inscrizioni a più corsi liberi della stessa materia. - È ammessa se gli argomenti dei corsi siano diversi.

1° giugno 1913, n. 32. - Istruzioni per gli esami nelle scuole medie e normali. - Istruzioni per l’applicazione della legge 27 giugno 1912, n. 678.

20 giugno 1913, n. 38. - Carta topografica d’Italia donata dal Touring Club Italiano. - Sarà data in premio al migliore studente di geografia.

1° luglio 1913, n. 41. - Iscrizione al corso di diritto civile e a quello di istituzioni di diritto civile.

4 agosto 1913, n. 51. Applicazione dell’art. 9 del Regolamento speciale per la facoltà giuridica e degli articoli 8 e 9 del Regolamento speciale per le facoltà di medicina e chirurgia. - Invita i Rettori ad osservare rigorosamente i detti articoli per le iscrizioni di studenti.

24 novembre 1913, n. 72. - esami di diploma in farmacia e di laurea in chimica e farmacia. - Parere della Giunta del Consiglio Superiore su le ripetizioni di un esame.

31 dicembre 1913, n. 6. - Sopraccarico intellettuale. - Lamenta il sopraccarico degli alunni delle Scuole medie e suggerisce i modi per ovviarvi.

9 febbraio 1914, n.20. - Istruzioni, programmi ed orari per gli asili in­fantili ed i giardini d’infanzia.

11 febbraio 1914, n. 24. - Sull’art. 64 del Regolamento per esani nelle scuole medie e normali.

 

 

Riferimenti.

 

(Non potendosi un provvedimento classificare sempre sotto una unica categoria, riteniamo comodo e opportuno indicare quali leggi o decreti potrebbero trovar posto in latra categoria oltre quella in cui furono collocati).

1.° Legge: 18 dicembre 1910 n. 867 riferimento a Titolo VII, H - 11 giu­gno 1911 n. 528 a VII, H - 2 luglio 19 ? ? n. 637 a VII, C - 13 luglio 1911 n. 724 a VII, D ed anche a VII, F - 21 luglio 1911 n. 861 a II, B -29 maggio 1913 n. 920 a VII, F ed anche a IV - 6 giugno 1912 n. 620 a VII G.

Decreti: 29 novembre 1910 n 965 riferimento o Titolo VII, D - 28 novembre 1911 n. 1109 a VII, D - 5 novembre 1911 n. 1512 a II, B - 11 gennaio l912 n. 27 a V - 9 maggio 1912 n.83 a VII, G - 20 giugno 1912 n. 1005 a VII, H - 6 novembre 1912 n. 1181 a VII, G ed anche V - 8 giu­gno 1913 n. 988 a VII, F - 11 luglio 19 ? ? n. 1024 a II B - 4 agosto 1913 n. 1339 a VII, H ed anche II, A - 15 gennaio 1914 n. 56 a VII, G ed an­che VII, H.

 

 

B. - Modificazioni a Regolamenti Universitari e di Istituti o di insegnamenti Superiori e del Consiglio Superiore.

 

 

Leggi

 

Legge 9 agosto 1910, n. 795 - Testo unico delle leggi sulla istruzione superiore.

 

 

Decreti.

 

R.D. 10 aprile 1910, n. 248, che modifica i regolamenti speciali per le facoltà di scienze fisiche, matematiche e notarili, di lettere e filosofia e per le scuole di farmacia.

R.D. 9 agosto 1910, n. 796, che approva il regolamento generale universitario.

R.D. 9 agosto 1910, n.808, che approva i regolamenti speciali per le Facoltà di giurisprudenza, di medicina e chirurgia, di scienze matematiche, fisiche e naturali e di lettere e filosofia e per le scuole di farmacia e di ostetricia.

R.D. 4 maggio 1911, n. 424, che approva il regolamento per il Consiglio Superiore della P.I.

R.D. 8 giugno 1911, n. 770, che approva il regolamento per le spese da farsi ad economia delle RR. Università e degli Istituti di istruzione superiore.

R.D. 21 settembre 1911, n. 1194, col quale vengono modificati alcuni articoli del regolamento generale universitario approvato con R.D. 9 agosto 1910, n. 796.

R.D. 17 novembre 1912, n. 1256, che modifica il regolamento delle scuole di medicina veterinaria.

R. D. 5 gennaio 1913, n. 70, che modifica il regolamento per la scuola di applicazione per gli ingegneri di Padova.

R. D. 26 gennaio 1913, n. 333, che approva il Regolamento per la Scuola Superiore di agraria della R. Università di Bologna.

R. D. 16 febbraio 1913, n. 178, che modifica l’art. 9 del Regolamento per gli esami di abilitazione all’insegnamento delle lingue straniere nelle scuole medie.

R. D. 20 marzo 1913, n. 287, che modifica l’art. 17 del Regolamento per la Facoltà di Lettere e Filosofia, approvato con R. D. 9 agosto 1910, n. 808.

R. D. 19 giugno 1913 n. 733 col quale si aggiunge un articolo al Regolamento della R. Scuola Normale Superiore di Pisa.

R. D. 4 agosto l913, n. 1206, che modifica l’art. 1 del Regolamento per le scuole di ostetricia, approvato col R.D. 9 agosto 1910 n. 808.

R. D. 6 agosto 1913, n. 1076, che modifica il Regolamento Generale Universitario approvato col R. D. 9 agosto 1910, n. 796.

R.D. 6 settembre 1913, n. 242, che approva il Regolamento per le Scuole di Applicazione per gl’ingegneri.

 

 

Circolari.

 

10 agosto 1911, n. 40. Regolamento per le spese da farsi in economia dalle Università e Istituti Superiori del Regno (8 giugno 1911, n. 770).

1° febbraio 1912, n. 20 - Sull’art. 93 ultimo comma del Regolamento generale universitario - Relativa alla trasmissione del diploma originale di licenza liceale o d’istituto da una Università all’altra.

 

 

II. - Istruzione primaria a popolare

 

 

A. - (Legge 4 giugno 1911 n. 487).

 

Leggi.

 

Legge 4 giugno 1911, n. 487. - Provvedimenti per l’istruzione elemen­tare e popolare. - (Ordinamento dell’amministrazione provinciale scolastica per l’istruzione elementare e popolare, con la creazione di nuovi organi (Consiglio scolastico, Deputazione scolastica, Delegazione governativa). Provvedimenti per gli edifici scolastici : riordinamento della scuola rurale unica e del corso popolare; provvedimenti pei maestri elementari e direttori didattici; scuole reggimentali e scuole per adulti analfabeti; provvedimenti per l’istruzione magistrale ;. adempimento dell’obbligo scolastico ; assistenza scolastica; provvedimenti pei servizi centrali e provinciali. Statizzazione graduale dell’istruzione elementare).

Legge 20 marzo 1913, n. 206. - Assunzione di personale avventizio per gli uffici scolastici provinciali ed altri provvedimenti per applicare la legge 4 giugno 1911, n. 487. - (Si provvede all’assunzione di avventizi per gli uffici scolastici provinciali e per l’amministrazione centrale. Si iscrivono L. 557,322 per provvedere al pagamento dei sussidi per la costruzione degli edifici scolastici, in base ad impegni assunti anteriormente alla legge 4 giugno 1911. Si stabilisce che la concessione delle somme per gli edifici scolastici sia fatta in ragione di L 80.000.000 ogni quadriennio.

 

 

Decreti.

 

R D. 31 luglio 1911, n. 939, contenente le norme per la costituzione dei Consigli scolastici provinciali in applicazione della legge 4 giugno 1911, n. 487.

R. D. 25 settembre 1911, n. 1142, che approva le norme concernenti la Sezione per l’istruzione elementare e popolare, istituita nella Giunta del Consiglio Superiore della P. I.

R. D. 2 gennaio 1913, n. 604, col quale viene approvato il Regolamento per i Patronati scolastici (in esecuzione del Tit. VIII della legge 4 giugno 1911, n. 487 e per la concessione di sussidi e indennità).

R. D. 6 marzo 1913, n. 416, che stabilisce norme per l’applicazione dell’art. 66 della legge 4 giugno 1911, n. 487 ; (insegnanti per le scuole elementari di tirocinio).

R.D. 6 aprile 1913, n. 549, che approva il Regolamento concernente lo stato giuridico dei maestri delle scuole elementari amministrate dai Consigli Scolastici.

R.D. 6 aprile 1913, n. 552, che approva il regolamento concernente lo stato giuridico dei maestri delle scuole elementari amministrate dai Consigli Scolastici.

R.D. 1 agosto 1913, n. 919, che approva il regolamento per l’attuazione dei ruoli provinciali dei maestri elementari in applicazione all’art. 43 della legge 4 giugno 1911, n. 487.

R.D. 1 agosto 1913, n. 929, che approva il regolamento pel consolidamento dei contributi comunali e per la condizione dei comuni che cedono o mantengono l’amministrazione delle proprie scuole, ai sensi degli art. 15, 16, 17 e 93 della legge 4 giugno 1911, n. 487.

R.D. 17 novembre 1913, n. 1323, che dispone il passaggio dell’amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni della Provincia di Livorno a quel consiglio scolastico.

R.D. 7 dicembre 1913, n. 1539, che provvede al passaggio dell’amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni della Provincia di Foggia a quel consiglio scolastico.

R.D. 23 dicembre 1913, n. 1354, che proroga il termine stabilito dall’art. 87 della legge 4 giugno 1911, n. 487, concernente il passaggio dell’amministrazione della scuola dai comuni al Consiglio Scolastico.

R.D. 4 gennaio 1914, n. 60, che provvede al passaggio dell’Amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni della Provincia di Reggio Emilia a quel Consiglio Scolastico.

R.D. 4 gennaio 1914, n. 120, che provvede al passaggio dell’Amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni della Provincia di Siracusa a quel Consiglio Scolastico.

R.D. 4 gennaio 1914, n. 136, che provvede al passaggio dell’Amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni della Provincia di Aquila a quel Consiglio Scolastico.

R.D. 29 gennaio 1914, n. 115, che provvede al passaggio dell’Amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni per la Provincia di Lucca a quel Consiglio Scolastico.

R.D. 29 gennaio 1914, n. 143, che provvede al passaggio dell’Amministrazione delle scuole elementari e popolari dei Comuni per la Provincia di Siena a quel Consiglio Scolastico.

 

 

Circolari.

 

15 marzo 1911, n. 16 - Premi ad insegnanti e RR. Ispettori Scolastici, in dipendenza della legge 15 luglio 1906, n. 383. - Norme da seguire nel proporre i premi ai maestri, che abbiano insegnato agraria, lavoro manuale, disegno, canto, ecc., sul fondo amministrato dalla Commissione per il Mezzogiorno e le isole.

16 gennaio 1912, n. 14 - Relazione annuale dei RR. Ispettori Scolastici e notizie statistiche che le debbono concedere. - Pubblica uno schema, a cui le dette relazioni debbano conformarsi.

15 febbraio 1912, n. 21 - Rimborso delle spese di viaggio ed indennità di presenza ai membri del C.S.P. - Norme per il relativo pagamento.

20 febbraio 1912, n. 23 - Fascicoli personali e stato dei maestri elementari. - Per la determinazione esatta dello stato giuridico ed economico dei maestri agli effetti della legge 4 giugno 1911, n. 487.

18 maggio 1912, n. 41 - Sull’articolo 70 della legge 4 giugno 1911, n. 487 - Norme per l’applicazione di detto articolo.

23 agosto 1912, n. 56 - Per l’applicazione dell’art. 46 della legge 4 giugno 1911, n. 487 riguardante la valutazione dei titoli nei concorsi a posti di Magistero nelle scuole elementari. Istruzioni relative.

28 agosto 1912, n. 58 - Norme riguardanti la liquidazione delle indennità di presenza e di viaggio ai membri dei consigli e delle deputazioni scolastiche per le compilazioni delle relative tabelle.

9 novembre 1912, n. 75 - Pagamento delle diarie e delle indennità ai membri del Consiglio de della Deputazione Provinciale scolastica - Lamenta l’indugio frapposto alla presentazione delle tabelle relative.

16 novembre 1912, n. 72 - Circa la pubblicità delle sedute dei consigli scolastici. - Pubblica e accetta un parere del Consiglio di Stato che le dette sedute non siano pubbliche.

15 dicembre 1912, n. 16 - Formazione dei ruoli provinciali dei maestri elementari. - Istruzioni relative.

9 aprile 1913, n. 20 - Rinnovazione dei consigli scolastici provinciali. - Disposizioni relative al sorteggio e sostituzione dei membri.

9 maggio 1913, n. 23 - Ricorsi di insegnanti elementari per la loro collocazione nei ruoli provinciali. - Non saranno ammessi se non dopo che il Consiglio Scol. si sarà pronunciato sul ruolo.

18 luglio 1913, n. 48 - Indennità di visita alle scuole elementari. - Tabella della ripartizione dei relativi fondi.

23 luglio 1913, n. 47 - Rinnovazione dei Consigli scolastici provinciali. - Parere del Consiglio di Stato in ordine alla rinnovazione.

1 ottobre 1913, n. 58 - Notizie statistiche sommarie che si debbono inviare annualmente al Ministero. - Le chiede entro febbraio ed unisce modulo per le notizie delle classi V e VI.

24 ottobre 1913, n. 65 - Elezioni suppletive per le sostituzioni dei consigli scolastici mancanti. - Notizie occorrenti per la sostituzione.

11 febbraio 1914, n. 23 - Cessione di stipendio dei maestri di scuole elementari amministrate dai consigli scolastici.

 

 

Riferimenti.

 

Leggi: 4 giugno 1911 n. ?87 riferimento a VII, H - 20 marzo 1913 a V.

Decreti: 2. gennaio 1913 n. 604 a VII , F - 6 giugno 1913 n. 549 a V.

 

 

B. Crisi magistrale (scuole femminili e corsi magistrali).

 

R.D. 10 aprile 1910, n. 278, che approva il Regolamento per l’esecuzione dell’art. 2 della legge 19 luglio 1909 n. 525 per la conversione di scuole normali in promiscue.

RR.DD. 12 maggio 1910 nn. 355, 356, 368, 372, 373, 374, 375, 390, 453 che dichiarano promiscue le scuole normali maschili di S. Ginesio e Treviglio, le femminili di Piazza Armerina e di Chieti, le maschili di Crema, Assisi, Pinerolo, Urbino e le femminili di Sondrio.

R.D. 24 ottobre 1910, n. 939, che dichiara promiscua la scuola complementare femminile di Grosseto.

R.D. 24 ottobre 1910, n. 940, che dichiara promiscua la R. scuola normale femminile di Noto.

R.D. 5 gennaio 1911, n. 102, che dichiara promiscua la R. scuola normale maschile di Velletri.

RR.DD. 5 gennaio 1911, nn. 207 e 364, che dichiarano promiscua la R. scuola normale femminile di Petralia Sottana e la R. Scuola Normale maschile di Città S. Angelo.

R.D. 2 febbraio 1911, n. 209, che dichiara promiscua la R. scuola normale maschile di Nuoro.

R.D. 7 gennaio 1912, n. 250, che istituisce un corso magistrale biennale nei comuni di Barletta, Chiavasso, Giarre, Marsala, Nicastro, Oristano, Sala Consilina, Rossano, Termini Imerese.

R.D. 6 giugno 1912, n. 992, che dichiara promiscua la R. scuola normale femminile di Aosta.

R.D. 23 giugno 1912, n. 993, che dichiara promiscua la R. scuola normale femminile di Alessandria.

R.D. 2 agosto 1912, n. 988, che dichiara promiscua la R. scuola normale maschile di Lacedonia.

R.D. 20 ottobre 1912, n. 1240, che dichiara promiscua la scuola normale maschile di Salice.

R.D. 12 gennaio 1913, n. 370, che dichiara promiscua la scuola normale femminile di Grosseto.

R.D. 16 gennaio 1913, n. 117, che istituisce un corso magistrale triennale nei Comuni di Monza e di Busseto.

RR.DD. 26 gennaio 1913, nn. 261 e 257, che dichiarano promiscue la scuola normale maschile di Treviso e la femminile di Ferrara.

R.D. 6 marzo 1914, n. 256, che dichiara promiscua la R. scuola normale femminile di Fano.

 

 

III. - Patrimonio nazionale di arte, di antichità e di cultura.

 

Leggi.

 

Legge 19 maggio 1910, n. 271. - Assegnazione straordinaria di l. 40.000 come concorso dello Stato nelle spese per la IX Esposizione internazionale d’arte in Venezia nel 1910. - (La detta somma di l. 40.000 è ripartita in parti uguali in due esercizi).

Legge 23 giugno 1910, n. 343 - Assegnazione straordinaria di l. 100.000 per il concorso dello Stato nelle spese delle esposizioni di floricoltura e del ritratto nel 1911 in Firenze. - (L. 50.000 a carico del Ministero dell’Istruzione).

Legge 23 giugno 1910 n. 392. - Istituzione presso la Biblioteca nazionale di Napoli di un’officina di papiri ercolanesi. - (Si modifica, in conseguenza, il ruolo delle biblioteche, aggiungendo un posto di bibliotecario-conservatore di V classe e un posto di ordinatore-distributore di V classe).

Legge 7 luglio 1910, n. 432. - Obbligo per lo stampatore od editore di consegnare al Procuratore del re del circondario e del distretto tre copie di ogni pubblicazione prima di porla in commercio - (Una copia della pubblicazione deve essere spedita alla Biblioteca Centrale di Firenze, una alla Biblioteca del Ministero di Grazia e Giustizia (che tratterrà per sé le opere giuridiche e manderà le altre alla “Vittorio Emanuele” di Roma) e l’altra alla biblioteca locale). (Appartiene anche alla legislazione dell’on. Rava).

Legge 17 luglio 1910, n. 578. - Modificazioni al piano regolatore della zona monumentale di Roma. - (Si estende il perimetro della zona monumentale. Si prescrive che nella espropriazione dei fondi si applichino le norme della legge 11 luglio 1907 n. 902, comprese quelle relative al risanamento della città di Napoli, ivi richiamate).

Legge 9 febbraio 1911, n. 100. - Cessione allo Stato del Museo Ridola in Matera. - (Si approva la convenzione. Il Museo è intitolato “R. Museo Domenico Ridola”. Si provvede alla nomina di un custode).

Legge 9 febbraio 1911, n. 127. - Convenzione per il mantenimento del liceo musicale di S. Cecilia in Roma. - (Al precedente assegno di L. 52.000 (alla R. Accademia di S. Cecilia) è costituito un assegno a carico dello Stato, di L. 92.000 al liceo musicale, che è costituito in ente morale autonomo. Si approva la convenzione).

Legge 8 giugno 1911, n. 539.

Istituzione di una stazione astronomica a Carloforte. - (Si assegna alla stazione astronomica l’astronomo, l’assistente e un servente, e un assegno annuo di L. 500).

Legge 6 luglio 1911, n. 732. - Permuta di oggetto appartenente al Museo Nazionale di Napoli con altro appartenente ai RR. Musei di Berlino. - (Si permuta un piede di vaso a vernice nera appartenente al Museo di Napoli contro un vaso miceneo posseduto dai RR. Musei di Berlino).

Legge 7 marzo 1911, n. 296. - Autorizzazione alla R. Università di Napoli ad accettare in dono le collezioni elmintologiche dei professori Stossich, Parona e Monticelli. - (Le dette collezioni costituiranno la collezione centrale elmintologica italiana ; presso il Museo Zoologico dell’Università separata però dal Museo stesso).

Legge 4 aprile 1912, n. 313. - Assegnazione straordinaria di L. 70.000 come concorso dello Stato nelle spese per la X esposizione internazionale d’arte, da tenersi in Venezia nel 1912.

Legge 23 giugno 1912, n. 688. - Modificazioni alla legge 20 giugno 1909 n. 364, per le antichità e le belle arti. - (Si estendono le disposizioni della legge 20 giugno 1909 alle ville, ai parchi, giardini che abbiano interessi storici o artistici).

Legge 8 giugno 1913, n. 617. - Proroga del termine indicato all’art. 4 della legge 17 luglio 1910, n. 578, per la zona monumentale di Roma. - (Si proroga il termine indicato dall’art. 4 della legge 1910. Si stabilisce che le indennità relative alle espropriazioni debbano essere determinate in base alla media del valore venale che l’immobile espropriato ebbe nei tre anni anteriori alla pubblicazione della legge 25 giugno 1865, n. 2759).

Legge 11 luglio 1913, n. 971. - Istituzione di un Giardino coloniale presso l’Orto Botanico della R. Università di Palermo. - (Si iscrivono in bilancio L. 9800 per gli stipendi e L. 8000 per spese di impianto e di mantenimento, diminuendosi di L. 9.000 gli stanziamenti dei bilanci dagli Esteri dell’Agricoltura e dell’Istruzione riguardanti l’Orto Botanico).

 

 

Decreti.

 

R.D. 10 aprile 1910, n. 245, che modifica il Regolamento della scuola dell’arte della medaglia del 4 ottobre 1907, n. 765.

R.D. 15 maggio 1910, n. 288, che stabilisce la tassa d’ingresso al monumentale palazzo ex-ducale di Mantova.

R.D. 20 novembre 1910, n. 816, che dà facoltà ai liberi docenti di presentare all’esame delle rispettive Facoltà il programma di corso libero che intendono svolgere pel 1910-911.

R.D. 23 febbraio 1911, n. 184, che specifica le biblioteche alle quali deve essere inviata la terza copia degli stampati e delle pubblicazioni di cui all’art. 2 della legge 7 luglio 1910, n. 432.

R.D. 23 febbraio 1911, n. 185, che modifica l’art. 2 del R.D. 25 novembre 1883, n. 1775, col quale fu fondato in Roma un Istituto Storico Italiano.

R.D. 28 luglio 1911, n. 916, contenente norme per la compilazione dell’elenco indicativo degli oggetti d’arte mobili del Regno.

R. D. 21 novembre 1911, n. 1412, che approva il nuovo Regolamento dell’istituto musicale “Costa” in Vigevano.

R. D. 26 novembre 1911, n. 1317, concernenti provvedimenti per la conservazione dei monumenti e delle raccolte governative di oggetti di antichità e d’arte.

R. D. 4 gennaio 1912, n. 105, che modifica il Regolamento approvato con R.D. 4 ottobre 1907, n. 765, sulla R. scuola dell’arte della Medaglia.

R. D. 25 gennaio 1912, n. 325, con il quale sono approvate alcune modi­ficazioni allo statuto organico della Biblioteca Fardelliana di Trapani.

R. D. 15 febbraio 1912, n. 271, che approva lo Statuto del “Museo Teatrale alla Scala in Milano.

R.D. 7 marzo 1912, n. 392, che fissa norme per la Galleria Nazionale d’arte moderna in Roma.

R.D. 17 marzo 1912, n. 391, che istituisce in Urbino una R. Galleria d’arte medievale e moderna.

R. D. 5 maggio 1912, n. 549, che approva lo Statuto della R. Accademia Musicale di Santa Cecilia in Roma.

R. D. 20 ottobre 1912, n. 1165, che apporta modificazioni al regolamento sul funzionamento della regia scuola dell’arte della medaglia.

R.D. 31 ottobre 1912, n. 1433, che approva il Regolamento della collezione elmintologica centrale italiana.

R.D. 30 gennaio 1913, n. 363, che approva il Regolamento per l’esecuzione delle leggi 20 giugno 1909, n. 364, e 23 giugno 1912, n. 688, relative alle antichità e belle arti.

R.D. 8 maggio 1913, n. 1052, che approva il regolamento per la Commissione permanente per le arti musicale e drammatica.

R.D. 19 giugno 1913, n. 975, che modifica il R.D. 25 novembre 1883, n. 1775, riguardante la fondazione in Roma di un Istituto storico italiano.

 

 

Circolari.

 

24 novembre 1910, n. 56. - Corso complementari di storia dell’arte e sui grandi scrittori stranieri nei Licei governativi. - Invita i Capi d’Istituto a fare proposte concrete di insegnanti per questi corsi.

25 aprile 1911, n. 27. - Raccolte pei canti popolari italiani. - Ordine ai Direttori dei Conservatori Musicali di far raccogliere dagli alunni melodie popolari (Marcie, canzoni, stornelli).

23 agosto 1911, n. 43. - Numero minimo delle lezioni da impartirsi dai liberi docenti. - Richiama il minimo di 50 lezioni necessarie perché un corso abbia effetti legali ; qualunque numero è sufficiente per impedire la decadenza.

18 dicembre 1912, n. 81. - Decadenza dei liberi decenti. - Deliberazioni di massima.

16 aprile 1913, n. 22. - Forniture del materiale per gli istituti anatomici e le cliniche dello Stato. - Le amministrazioni ospitaliere e gli Uffici d’igiene municipali sono tenute a fornire ammalati e cadaveri soltanto agli insegnanti ufficiali, non anche ai liberi docenti.

10 settembre 1913, n. 56. - Sull’applicazione dell’articolo 91 del Regolamento generale universitario. - Parere del Consiglio di Stato: non si deve tener conto di lezioni di privato docente non fatte per mancanza di Ascoltatori.

23 ottobre 1913, n. 66. - Spostamento e sostituzione di quadri esistenti nelle Chiese del Regno. - Diffida contro qualsiasi spostamento o sostituzione.

 

 

Riferimenti

 

Leggi: 9 febbraio 1911 n. 127 riferimento a VII, F - 4 aprile 1912 n. 313 a VII. F - 8 giugno 1911 n. 539 a V.

Decreti: 10 aprile 1910 n.245 a VII, F - 20 novembre 1910 n. 816 a V -4 gennaio 1912 n. 105 a VII, H - 20 ottobre 1912 n.1165 a VII, H - 5 mag­gio 1912 n. 549 a VI, F.

 

 

IV - Edilizia

 

Costruzione, acquisto, ampliamento, compimento, miglioramento, isolamento, difesa, manutenzione, uso di edifici ; istituzione, assetto, arredamento di locali ; conservazione, restauri, ricostruzione di monumenti (vi si comprendono alcuni pochi provvedimenti per gli scavi - dipendenti dalla Direzione Generale di Antichità e Belle Arti).

 

 

Leggi.

 

Legge 3 giugno 1910, n. 426. - Approvazione della convenzione per la costruzione del nuovo Osservatorio astronomico della R. Università di Torino, in Pino Torinese. - (Si approva la convenzione tra il Ministero, il Comune e la Provincia di Torino, e si stanzia in bilancio la spesa di L. 205.000 distribuita in venti esercizi a rate di L. 10.249,99 ciascuna).

Legge 13 luglio 1910, n. 448. - Assegnazione straordinaria nel bilancio del Ministero della Pubblica Istruzione per prevenzione degli incendi nei locali dei RR. Musei di Torino. - (Si iscrivono L. 222,000 divise in due esercizi in parti uguali).

Legge 17 luglio 1910, n. 501. - Nuova proroga alle leggi 15 luglio 1900 e 26 dicembre 1909 riguardanti la concessione di mutui per gli edifici scolastici. - (Si stabilisce la proroga dei termini fino al 30 giugno 1911).

Legge 15 dicembre 1910, n. 865. - Assegnazione straordinaria di Lire 1.000.000 per l’acquisto del Palazzo in costruzione per l’Esposizione Internazionale di belle arti nel 1911, in Roma. - (L’assegnazione è ripartita in tre esercizi. L’acquisito del palazzo è subordinato alla condizione che il Palazzo sia consegnato all’amministrazione dello Stato completamente costruito e ultimato).

Legge 2 febbraio 1911, n. 34. - Assegnazione straordinaria per l’impianto della illuminazione elettrica nella sede del Ministero della pubblica istruzione. - (Fu autorizzata la spesa di L. 57.0000).

Legge 2 luglio 1911, n. 626. - Assegnazione di L. 3.000.000 per la costruzione di alcuni edifici della R. Università di Roma. - (Si provvede alla clinica pediatrica, alla clinica psichiatrica, all’Istituto d’Igiene, allo Istituto di medicina legale e ai padiglioni di isolamento per le cliniche pediatrica e ginecologica e per l’istituto di anatomia patologica).

Legge 15 luglio 1911, n. 755. - Provvedimenti per la città di Roma. -(Si approva la convenzione fra lo Stato e il Comune di Roma. Per quanto riguarda il Ministero dell’istruzione, lo Stato assume il pagamento della intera spesa per le annualità di interessi e ammortamento pel prestito di L.6.000.000 per la zona monumentale, rimane in proprietà dello Stato il locale della Biblioteca Vallicelliana, si provvede al completamento del locale dell’esposizione di Valle Giulia, alla recinzione e allo Scavo delle Terme Diocleziane, si provvede ad una nuova sede, a carico del Comune per la scuola normale “Vittoria Colonna” e pel Liceo “Tasso” ai locali per due nuove scuole tecniche, si sopprime il Ginnasio femminile).

Legge 4 aprile 1912, n. 312 - Stanziamento di un fondo straordinario di L. 140.000 per i restauri della cattedrale di Conversano. - (Il fondo di Lire 140.000 è ripartito in tre esercizi a rate eguali).

Legge 16 maggio 1912, n. 498. - Assegnazione straordinaria di L. 308.985.82 per i lavori di ricostruzione della basilica di S. Paolo in Roma. - (Si assegnano L 308.985.82 di cui L. 242.985.82 a carico dell’esercizio 1911-12 e Lire 66.000 a carico dell’esercizio 1912-913. Si aumenta di L. 14.072 l’assegnazione del Capitolo “Dotazioni e assegni poi monumenti”.

Legge 16 maggio 1912, n. 559. - Stanziamento della somma di L. 10.000 nella parte straordinaria dei bilanci del Ministero della istruzione pubblica 1912-13, 1913-14 e 1914-15. per affitto di locali per la R. Accademia di belle arti in Milano.

Legge 26 maggio 1912, n. 506. - Costruzione di nuovi edifici della Facoltà medica della R. Università di Roma e della nuova sede del Ministero dell’interno. - (Si stanzia la somma di l. 3.000.000 pei nuovi edifici della Facoltà medica di Roma).

Legge 23 giugno 1912, n. 791. - Approvazione della convenzione stipulata fra il Ministero della Pubblica Istruzione ed il Comune di Roma per provvedere alla nuova sede del Convitto Nazionale maschile “Vittorio Emanuele II” in Roma. - (Il Ministero della Pubblica Istruzione vende al Comune di Roma l’area di Via Po. ed acquista i terreni a Piazza d’Armi nel Lungotevere Flaminio. Lo Stato s’impegna a vendere al Comune entro 5 anni, ove non creda di adibirlo ad uso governativo, il fabbricato dell’attuale Convitto in Piazza Nicosia).

Legge 30 giugno 1912, n. 798. - Convenzione per l’assetto edilizio della Università di Genova. - (Si iscrive in bilancio la somma di L. 2.500.000 ripartita in quattro rate).

Legge 30 giugno 1912, n. 799. - Convenzione per l’assetto edilizio della R. Università di Pisa e dei suoi stabilimenti scientifici. - (Si iscrive in bilancio la complessiva somma di L. 999.727.27 ripartita in tre esercizi).

Legge 6 luglio 1912, n. 800. - Convenzione per l’assetto edilizio della R. Università di Sassari e dei suoi stabilimenti scientifici. - (Si iscrive in entrata la somma di L. 52.000 per contributi del Comune e della provincia e nella spesa la somma di L. 260.000 ripartita in tre esercizi).

Legge 6 luglio 1912, n. 920. Autorizzazione di spesa straordinaria per provvedere all’acquisto o alla costruzione dell’edificio occorrente per la scuola normale e complementare di S. Pietro al Natisone - (Spesa di L. 169.500 divisa in tre esercizi).

Legge 22 giugno 1913, n. 856. - Approvazione di sei convenzioni per il mantenimento, la costruzione, l’assetto edilizio, l’istituzione e la sistemazione di locali degli istituti di istruzione superiore di Milano, Padova, Firenze, Pisa e Siena. - (Per la spesa vedi: art. 4, 5, 6 e 7 della legge).

Legge 23 giugno 1913, n. 738. - Assegnazione di fondi per gli scavi di Ostia, il restauro dei monumenti romani di Aosta, del palazzo ducale di Mantova e del Duomo di Como. -

Per gli scavi di Ostia   L.690.000

Pei restauri ai monumenti di Aosta  275.000

Pei restauri al palazzo ducale di Mantova 215.000

Pei restauri al palazzo ducale di Mantova  120.000

  L. 1.300.000

 

 

Decreti

 

R. D. 22 giugno 1911, n. 902 che dichiara di pubblica utilità l’espurazione di stabili per l’isolamento e la conservazione del Teatro Romano di Benevento.

R. D. 3 settembre 1911, n. 1203, che approva il regolamento per l’esecuzione della legge 15 luglio 1911, n. 755, portante provvedimenti per la città di Roma (mutui per edifici ad uso di scuole medie).

R. D. 11 gennaio 1912, n. 12, che approva il regolamento per l’applicazione della legge 15 luglio 1906, n.363, e 4 giugno 1911, n. 487, nelle parti relative alle disposizioni per gli edifici scolastici.

R.D. 11 agosto 1913, che ripartisce fra le provincie del Regno la somma di L. 74.000.000 da concedersi a prestito ai Comuni per la costruzione di edifici scolastici nel quadriennio 1913-914, 1916-917.

 

 

Circolari

 

7 febbraio 1912, n. 18. - Sul regolamento 11 gennaio 1912, n. 12 e precisamente sui progetti di edifici scolastici in corso di esame alla data della pubblicazione della legge 4 giugno 1911, n. 487. - Per sollecitare l’approvazione dei progetti come contro.

25 marzo 1912, n. 30. - Circa i progetti di edifici scolastici in corso di approvazione alla data della pubblicazione della legge 4 giugno 1911, n. 487. - Sollecita le spedizioni degli elenchi e delle proposte relative.

2 aprile 1912, n. 33. - Per diffondere le conoscenze ed agevolare l’adempimento delle disposizioni riguardanti la costruzione degli edifici scolastici ed il loro arredamento. - Disposizioni relative alla costruzione di edifici scolastici all’arredamento ed al materiale didattico.

7 maggio 1912, n. 39. - Circa l’arredamento delle scuole. - Invia un opuscolo contenente le norme relative.

1 febbraio 1913, n. 8. - Istruzioni riguardanti i progetti degli edifici scolastici. - Ricorda che per la concessione dei mutui occorre la preventiva approvazione del progetto da parte del Ministero.

 

 

Riferimenti

 

Leggi : 13 giugno 1910 n. 448 ; 15 luglio 1911 n. 755 ; 4 aprile 1912 n. 312 ; 16 maggio 1912 n. 498 ; 23 luglio 1913 n. 738 riferimento a III.

Decreto : 22 giugno 1911 n. 902 riferimento a III.

 

 

V. - Provvedimenti per il personale insegnante e dell’amministrazione centrale o locale.

 

 

Leggi

 

Legge 23 giugno 1910, n. 424. - Modificazione ai ruoli organici del personale del R. Istituto Lombardo di scienze e lettere di Milano e del R. Istituto Veneto di scienze, lettere ed arti di Venezia. Si modificano i ruoli secondo le tabelle annesse alla legge.

Legge 10 luglio 1910, n. 417. - Provvedimenti sul personale del Ministero della Pubblica Istruzione. (Istituisce il Comitato (5 membri) per l’esonero dei funzionari la cui opera non era ritenuta giovevole all’amministrazione.

Legge 10 luglio 1910, n. 463. - Conversione in legge del R. Decreto 13 gen­naio 1910, n. 73, col quale sono considerati maestri rurali, fino a contraria disposizione, tutti i maestri dei Comuni danneggiati dai terremoti del 28 dicembre 1908. - (Agli effetti della concessione della indennità di disagiata residenza).

Legge 13 luglio, n. 444. - Estensione agli operai dipendenti dallo Stato delle disposizioni relative alla cedibilità dello stipendio degli impiegati dello Stato. - (Legge presentata da S.E. il Ministro del Tesoro. Essendo d’indole generale riguarda anche il Ministero della Pubblica Istruzione).

Legge 17 luglio 1910, n. 489. - Liquidazione di una pensione annua agli eredi del prof. Camillo Ghelli. - (Si conferisce come pensione alla vedova, trasmissibile ai figli minorenni, a norma di legge, lo stipendio che era corrisposto al prof. Ghelli).

Legge 17 luglio 1910, n. 490. - Assegnazione di una pensione vitalizia alla vedova del prof. P.R. Troiano. - (Si assegna alla vedova Troiano la pensione vitalizia da calcolarsi secondo l’art. 110, comma 2° della legge 21 febbraio 1895, n. 70, e si autorizza la Provincia di Avellino ad iscrivere fra le spese facoltative la somma annua di L. 1200 per un sussidio agli orfani minorenni del prof. Troiano fino al raggiungimento della maggiore età).

Legge 11 dicembre 1910, n. 481. - Proroga al 15 febbraio 1911 del termine assegnato al Comitato incaricato di presentare le proposte relative al personale del Ministero della pubblica istruzione.

Legge 12 marzo 1911, n. 177. - Modificazione agli art. 3 e 6 della legge 8 aprile 1906, n. 141, sullo stato giuridico degli insegnanti delle scuole medie, regie e pareggiate. - (Riguarda la costituzione delle Commissioni giudicatrici di concorsi e il modo di provvedere alle cattedre nelle sedi più importanti).

Legge 13 giugno 1911, n. 862. - Ruolo organico della R. Scuola Superiore di medicina veterinaria in Torino. - (Si porta da 3 a 4 il numero dei professori ordinari).

Legge 21 luglio 1911, n. 800. - Proroga sino al 31 luglio 1913 del termine fissato dall’art. 34 primo capoverso (129 del Testo unico approvato con R. Decreto 9 agosto 1910, n. 795) della legge 19 luglio 1909, n. 496 sull’istruzione superiore. - (Proroga del termine per la revisione delle tabelle).

Legge 31 marzo 1912, n. 319. - modificazioni dei ruoli organici della segreteria delle Università e degli Istituti universitari. - (La modificazione porta una maggiore spesa di L. 15.950, compensata da una economia per eguale somma sopra altro capitolo del bilancio).

Legge 16 giugno 1912, n. 687. - Costituzione di speciali uffici per la custodia, la conservazione e l’amministrazione di singoli monumenti. (Si autorizza il conferimento dell’incarico di dirigere speciali uffici per la custodia, conservazione ed amministrazione di singoli monumenti a personale appartenente al ruolo delle antichità e belle arti o a personale onorario estraneo all’Amministrazione. Si autorizza inoltre l’assunzione ai personale avventizio per la sorveglianza dei lavori che si eseguono nell’interesse dei monumenti e degli scavi).

Legge 23 giugno 1912, n. 645. - Autorizzazione al Governo del Re a provvedere con decreto reale alla determinazione del numero degli insegnanti straordinari ed ordinari delle scuole medie governative. - Il numero degli insegnanti di ruolo, che per la legge del 1906 doveva essere stabilito annualmente con la legge del bilancio, sarà stabilita con decreto reale, promosso dal Ministro della Pubblica Istruzione di concerto con quello del Tesoro).

Legge 6 luglio 1912, n. 734. - Ruoli organici degli istituti di belle arti di musica. - (Si modificano i ruoli secondo le tabelle annesse alla legge. Si istituisce una Commissione permanente per le arti musicale e drammatica. Si danno norme per il personale degli istituti di belle arti e di musica. Si elevano notevolmente gli stipendi pel personale degli istituti di belle arti e di musica).

Legge 22 maggio 1913, n. 464. - Sistemazione degli uffici della Ragioneria centrale del Ministero dell’istruzione pubblica - (Si riforma la tabella organica del personale di ragioneria del Ministero).

Legge 22 giugno 1913, n. 780. - Proroga del termine fissato dall’art. 34 della legge 19 luglio 1909, n. 496, recante provvedimenti per l’istruzione superiore. - (Si proroga il termine per la revisione delle tabelle. Si dispone che gli insegnanti delle scuole medie potranno ricoprire anche l’ufficio di assistente universitario).

Legge 5 giugno 1913, n. 768. Aggiunta di posti di professore ordinario e di professore straordinario della R. Accademia scientifico-letteraria di Milano al ruolo generale dei professori di materie fondamentali delle RR. Università. - (Al ruolo generale dei professori di materie fondamentali delle Università si aggiungono i dieci posti di ordinario e i quattro di straordinario della Regia Accademia scientifico-letteraria di Milano).

Legge 11 luglio 1913, n. 889. - Attribuzione degli istituti clinici di perfezionamento di Milano della spesa portata dal R. Decreto 9 giugno 1910, n. 819, che crea due nuovi posti di professore ordinario negli istituti stessi. - (Gli istituti verseranno al Tesoro la somma di L. 14.000 annua per gli stipendi, più L. 2100 per gli oneri delle pensioni).

 

 

Decreti.

 

R.D. 14 aprile 1910, n. 207, che modifica il ruolo organico del personale di Segreteria, addetto al R. Istituto di studi superiori pratici e di perfezionamento in Firenze.

R. D. 12 maggio 1910, n. 287, che istituisce presso la R. Università di Cagliari un posto di Direttore del Gabinetto di patologia speciale chirurgica, ed un posto di Direttore di Gabinetto di patologia speciale medica presso quella di Napoli.

R. D.9 giugno 1910, n. 819, che porta da due a quattro i posti di professore ordinario degli Istituti clinici di Milano.

R. D. 23 giugno 1910, n. 460, che estende ai concorsi per i posti ai ispettrice scolastica, la disposizione transitoria relativa alla dispensa della presentazione del diploma di maestra giardiniera.

R. D. 26 giugno 1910, N 728, che riguarda la nomina a professori straordinari dei professori incaricati stabili provveduti di stipendio degli Istituti superiori femminili di magistero di Roma e di Firenze.

R. D. 30 giugno 1910, N 477, che regola la nomina del direttore della scuola di medicina veterinaria dell’Università di Pisa.

R.D. 28 luglio 1910, n. 595, che approva le tabelle delle cauzioni da prestarsi dai gestori dei fondi per i monumenti, musei, gallerie, ecc.

R.D. 9 agosto 1910, n. 629, che approva il regolamento speciale per l’amministrazione centrale per la pubblica istruzione.

R. D. 12 agosto 1910, n. 686, che regola i concorsi a posti d’Ispettori permanenti per le scuole medie.

R.D. 23 aprile 1911, n. 584 che approva il Regolamento per il personale scientifico degli osservatori astronomici annessi alle RR. università ed agli studi superiori, e degli osservatori astronomici di Milano.

R.D. 11 maggio 1911, n. 813, che detta norme per l’assunzione nei Convitti Nazionali di istitutori tirocinanti.

R.D. 9 luglio 1911, n. 721, per la nomina degli insegnanti delle RR. scuole all’estero.

R.D. 24 agosto 1911, n. 1058, che ammette gli insegnanti delle scuole medie pareggiate al concorso a premi, annuale, istituito col R.D. 3 agosto 1908, n. 507.

R.D. 31 agosto 1911, n.1104, che approva il Regolamento per l’esecuzione della legge 12 marzo 1911, n. 177, per i concorsi a cattedre di scuole medie.

R.D. 3 settembre 1911, n. 1167, che disciplina il funzionamento dell’ispettorato centrale amministrativo del Ministero della P.I.

R.D. 21 settembre 1911, n. 1077, riguardante la liquidazione delle pensioni degli insegnanti elementari e dei sanitari.

R.D. 28 settembre 1911, n. 1120, che approva la tabella di parificazione dei gradi delle classi dell’amministrazione Centrale con quelle delle amministrazioni provinciali dipendenti dal Ministero della P. I. e detta norme per l’applicazione dell’art. 84 della legge 4 giugno 1911, n. 487, per l’istruzione elementare e popolare (per la nomina di funzionari delle amministrazioni provinciali.

R.D. 2 ottobre 1911, n. 1048, che stabilisce norme per l’applicazione della legge 4 giugno 1911, n. 487, riguardanti i Provveditori agli studi da restituire all’insegnamento medio.

R.D. 15 ottobre 1911, n. 1217, che approva il regolamento sulle Commissioni giudicatrici dei concorsi a cattedre vacanti nelle accademie di belle arti e negli istituti del Regno.

R.D. 18 gennaio 1912, n. 164, che approva le norme per la formazione del ruolo dell’amministrazione provinciale della P. I.

R.D. 1° febbraio 1912, n. 180 che approva il regolamento riguardante le attribuzioni, la nomina e la carriera degli ispettori e vice-ispettori scolastici ed il conferimento dei posti di ispettore centrale per l’istruzione primaria e popolare.

R.D. 10 marzo 1912, n. 225, che modifica l’articolo del regolamento generale universitario approvato con R. D. 9 agosto 1910, n. 796 (per gli aiuti e gli assistenti alle cattedre di materie sperimentali e dimostrative).

R.D. 22 luglio 1912, n. 926, che stabilisce le norme circa l’assunzione di avventizi nelle Segreterie universitarie.

R.D. 9 agosto 1912, n. 1167, che modifica il ruolo organico del personale della segreteria e delle sezioni di filosofia e filologia e di medicina e chirurgia del R. Istituto di Studi Superiori di Firenze.

R.D. 17 ottobre 1912, n. 1296, che approva il Regolamento per esecuzione degli articoli 2 e 6 della legge 27 giugno 1912, n. 677 sull’ispettorato delle scuole medie e normali.

R.D. 24 ottobre 1912, n. 1210, che stabilisce l’età minima per i concorrenti ai posti di ragioniere di IV classe nell’Amministrazione Provinciale della P.I.

R.D. 31 ottobre 1912, n. 1229, che apporta modificazione al regolamento per l’esecuzione della legge 27 giugno 1907, n. 386, sul Consiglio Superiore, sugli uffici ed il personale delle antichità e belle arti.

R.D. 5 dicembre 1912, n. 1319, che porta modificazioni ed aggiunte al Regolamento approvato col R. Decreto 3 agosto 1908, n. 623, per il personale delle scuole medie.

R.D. 5 gennaio 1913, n. 231, che apporta modificazioni all’articolo 62 del Regolamento generale universitario approvato con R.D. 9 agosto 1910, n. 796 (nomina del personale tecnico degli istituti scientifici).

R.D. 1 gennaio 1913, n. 94, che stabilisce una indennità di missione ai funzionari dell’amministrazione scolastica provinciale, che si recano in Roma per gli esami di avanzamento.

R.D. 27 aprile 1913, n. 562, che stabilisce una nuova ripartizione delle indennità di ispezione agli Istituti di istruzione elementare.

R.D. 27 aprile 1913, n. 733, che modifica le norme per i concorsi a posti di ispettore e d’ispettrice scolastica.

R.D. 8 giugno 1913, n. 654, che modifica l’art. 7, n. 1 del regolamento speciale per l’Amministrazione centrale della P.I. (riguarda l’età degli aspiranti ai concorsi per i posti di 1a, 2a e 3a categoria).

R. D. 4 agosto 1913, n. 1196, col quale viene approvato il regolamento per l’esecuzione della legge 22 giugno 1913, n. 780, concernente il personale assistente e tecnico delle RR. Università

R.D. 21 ottobre 1913, n. 1294, che stabilisce norme riguardanti la destinazione degli ispettori scolastici.

R. D. 23 ottobre 1913, n. 1293, che eleva il limite di età per partecipare ai concorsi a posti di ispettore e vice-ispettore scolastico.

R. D. 25 gennaio 1914, n. 114. - Regolamento speciale per l’amministrazione centrale e provinciale della P. I.

 

 

Circolari

 

29 aprile 1910, n. 35. - Proposte per la revisione delle Tabelle del personale assistente tecnico e subalterno delle Università e Istituti superiori.

30 settembre 1910, n. 50. - Elezione dei rappresentanti dei maestri elementari nel Consiglio Direttivo della Istituto Nazionale per l’educazione degli orfani dei maestri. - Dà le norme da seguire per tale elezione.

24 novembre 1910, n. 59bis. - Supplenze. - Norme per le supplenze ai professori malati o impediti di far lezione.

23 marzo 1911, n. 17. - Proposte di incarichi universitari. - Notizie che devono accompagnare le proposte di incarichi speciali da affidare a liberi docenti.

10-26 marzo 1911, n. 12-13-14. - Norme relative al pagamento delle spese di viaggio e delle indennità dovute agli ispettori di circolo delle scuole medie in dipendenza della legge 27 giugno 1909, n. 414.

26 marzo 1911, n.18. Decadenza delle Libere Docenze. - Ricorda l’applicazione dell’art. 17 del regolamento generale universitario.

28 marzo 1911, n. 20. - Nomina all’Ufficio di Capo d’Istituto nelle scuole medie. - Ordinanza per la presentazione delle relative domande.

30 giugno 1911, n. 33. - Concessione di aumento quinquennale al personale subalterno delle Università e Istituti Superiori. - Dà le norme relative.

30 giugno 1911, n. 34. - Compensi a insegnanti di scuole medie. - Si danno le norme per la relativa liquidazione.

26 luglio 1911, n. 35. - Nomine e conferme del personale subalterno delle Università e degli Istituti di istruzione superiore. - Per l’inizio della anno di nomine o di conferme.

13 luglio 1911, n. 37. - Conferma del personale in soprannumero e straordinario delle Università e degli Istituti di istruzione superiore. - Invita i Rettori a presentare le proposte di nomina e di conferma.

21 settembre 1911, n. 47. - Abilitazione alla Direzione didattica. - Documenti che devono presentare gli aspiranti diplomati al Corso di perfezionamento per i licenziati delle scuole normali.

16 novembre 1911, n. 60. - Concorsi a Cattedre di scuole medie. - Attribuzioni dei Provveditori. - Il primo esame dei documenti è deferito ai RR. Provveditori.

19 dicembre 1911, n. 3. - Assunzione in servizio di personale di custodia. - Norme per detta assunzione affidata ai Sopraintendenti e ai Direttori di Musei, ecc.

10 gennaio 1912, n. 5. - Supplenze. - Richiama la Circolare 24 novembre 1910 n. 59bis.

22 gennaio 1912, n. 12. - Sulle proposte per il conferimento dei diplomi di benemerenza per l’istruzione popolare. - Richiama alle norme regolari cui i conformarsi dette proposte.

20 febbraio 1912, n. 22. - Istruzioni circa le domande di sussidio ai direttori ed ai maestri elementari. - Moduli speciali per le informazioni accompagnanti le relative proposte.

20 marzo 1912, n. 29. - Lezioni private degli insegnanti ginnasiali. - Concede facoltà di dar lezioni private ad alunni di Ginnasio superiore a professori di ginnasio inferiore e viceversa.

27 marzo 1912, n. 31. - Fascicoli personali degli insegnanti elementari. - Moduli relativi.

16 aprile 1912, n. 36. - Revisione delle Tabelle degli Assistenti tecnici e subalterni. - Chiede le proposte di nuovo personale e dà le norme relative.

27 aprile 1912, n. 37. - Note informative e moduli dei desideri per trasferimento degli insegnanti di scuole medie per l’ anno scolastico 1912-1913. Dà le norme relative alla compilazione dei moduli.

30 aprile 1912, n. 38. Sui compensi ad insegnanti di scuole medie. - Norme sul conteggio dei sei giorni di assenze.

24 giugno 1912, n. 46. - Domande di collocamento a riposo. - Alle domande dev’essere unita la dichiarazione che il funzionario non è stato invitato dall’Amministrazione a presentarla.

3 luglio 1912, n. 48. - Domanda di sussidio di maestri elementari e loro famiglie. - Revisione accurata da parte degli uffici provinciali, perché il fondo bilancio è limitato.

15 luglio 1912, n. 49. - Ruoli di anzianità del personale delle scuole classiche e tecniche.

11 agosto 1912, n. 54. - Nomine ad ufficio direttivo nei RR. Istituti di istruzione classica tecnica e normale. - Ordinanza contenente le norme per la compilazione dell’elenco degli eleggibili.

30 agosto 1912, n. 57. - Concorso ai posti di Vice-ispettore scolastico. - Per l’esenzione dalla presentazione di documenti.

15 novembre 1912, n. 74. - Propine per gli esami di Laurea in chimica e di diploma in farmacia. - Norme relative.

11 gennaio 1913, n. 4. - Orario degli Uffici Scolastici Provinciali. - Ordina l’orario di sette ore in due periodi.

11 gennaio 1913, n. 5. - Istruzioni sulle domande di abilitazione alla Direzione Didattica - Condizioni e norme per il conseguimento di detta abilitazione.

29 marzo 1913, n. 14. - Indennità di viaggio agli impiegati. - I viaggi in automobile sono equiparati a quelli in ferrovia.

31 marzo 1913, n. 16. - Esami di concorso a posti di Ispettore e di Vice-Ispettore, Scolastico. - I concorrenti, che per due volte successive non abbiano conseguita l’idoneità, non sono ammessi ad ulteriori esami per lo stesso impiego.

21 giugno 1913, n. 36. - Indennità di Ispezione ai Vice-Ispettori Scolastici. - Il fondo indennità-Ispettori non può servire anche per i Vice-Ispettori.

3 ottobre 1913, n. 62. - Sorveglianza agli Esami degli alunni delle Accademie e dei RR. Istituti di Belle Arti. - Deve esercitata da professori, - non da inservienti.

31 Ottobre 1913, n. 69. - Concessione di Sussidi. - Spetta alla Deputazione scolastica dare parere sui sussidi da concedersi.

3 gennaio 1914, -n. 3. Indennità di soggiorno per Missioni. - Massima della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

8 gennaio 1914, n. 8. - Indennità di residenza e di trasferimento da corrispondersi ad impiegati in aspettativa per motivi di salute. - Risposta a quesiti.

26 gennaio 1914, n. 22.- Liquidazione della R.M. sugli stipendi ai maestri elementari.

18 febbraio 1914, n. 25. - Note informative degli impiegati dell’Amministrazione Provinciale Scolastica.

 

 

Riferimenti.

 

Leggi: 16 giugno 1912 n. 687 riferimento a III ed anche VIII.

Decreti: 9 luglio 1911 n. 721 a VII, H ed anche I, A - 28 settembre 1911 n. 1120; 2 ottobre 1911 n. 1048; 19 gennaio 1912 n. 180: 27 aprile 1913 n. 733; 27 aprile 1913 n. 562 ; 21 ottobre 1913 n. 1294 ; 23 ottobre 1913 n. 1293; 25 gennaio 1914 n. 114 a II, A - 31 ottobre 1912 n. 1229 a I, B.

 

 

VI. Provvedimenti di favore in materia di esame, di tasse scolastiche (o postali) ; incoraggiamenti, facilitazioni, sussidi a studenti di condizioni disagiate e tutela degli orfani di maestri elementari e degli impiegati civili dello Stato.

 

Leggi.

 

Legge 30 giugno, n. 464. - Concessione di un sussidio di L. 25.000 al Collegio dei maestri in Sicilia.

Legge 10 luglio 1910, n. 481. - Conversione in legge del R. decreto 30 gennaio 1910, n. 80; sulla istituzione di borse di studio nelle Università e Istituti rispettivi per giovani appartenenti a famiglie danneggiate dal terremoto del 28 dicembre 1908.

Legge 21 luglio 1910, n. 579. - Conversione in Legge dei decreti reali relativi al terremoto del 28 dicembre 1908.

Legge 30 dicembre 1910, n. 910. - Nuova proroga alla facoltà accordata al Governo con l’art. 14 della legge 12 gennaio 1909, concernente provvedimenti a favore dei danneggiati del terremoto del 28 dicembre 1908.

Legge 21 luglio 1911, n. 851. Esecuzione delle tasse postali all’Istituto nazionale per gli orfani dei maestri elementari, in corrispondenza negli uffici governativi e comunali.

Legge 5 dicembre 1912, n. 1413. - Conversione in legge del R. Decreto 5 novembre 19111, n. 1259, col quale viene concessa la dispensa dalla tasse scolastiche a giovani appartenenti a famiglie danneggiate dal terremoto dal 1908 nelle provincie di Messina e di Reggio Calabria.

Legge 19 giugno 1913, n. 857. Esonero dalle tasse scolastiche per il triennio scolastico 1912-915 degli studenti rimasti orfani od abbandonati a causa del terremoto del 28 dicembre 1908.

Legge 22 giugno 1913, n. 931. - Conversione in legge del R. Decreto 9 giugno 1910, n. 870, col quale furono dispensati dal pagamento della tassa di esami di maturità e di licenza dalle scuole elementari gli alunni appartenenti a famiglie danneggiate dal terremoto del 28 dicembre 1908.

Legge 26 giugno 1913, n. 836. Ordinamento dell’Istituto Nazionale per l’istruzione e per l’educazione degli orfani dei maestri elementari. (Si determina la costituzione del Consiglio direttivo. Si dispone che i Convitti di Assisi e di Anagni siano governati secondo le leggi e i regolamenti dei Convitti Nazionali. Si iscrive nel bilancio del Ministero la somma di L. 146.312 pel mantenimento di posti gratuiti nei due Convitti. L’istituto conferisce i posti e provvede all’assistenza scolastica col raccogliere fondi, con l’assistenza agli orfani, ecc. - Norme per l’ufficio di amministrazione).

 

Decreti.

 

R.D. 15 maggio 1910, n. 336, che passa a carico della Stato le spese per borse e posti di studio a favore di allievi o allieve di condizione disagiata (§ 1 tratta di spese precedentemente sostenute dalla Provincia per borse di studio a favore di alunni o alunne di scuola normale).

R.D. 9 giugno 1910, n. 370, che dispensa dal pagamento di talune tasse scolastiche gli alunni appartenenti a famiglie danneggiate dal terremoto del 28 dicembre 1908.

R.D. 25 settembre 1910, n. 687, che approva il regolamento per la con­cessione di assegni annui a favore di studenti della R. Università di Padova.

R.D. 25 luglio 1910, n. 581, che approva il regolamento per la collazione dei posti di studio della Fondazione Corsi presso la R. Università di Roma.

R.D. 27 novembre 1910, n. 852, che dà facoltà ai Consigli accademici e alle autorità scolastiche di accordare esenzioni dalle tasse d’immatricolazione.

R.D. 15 gennaio 1911, n. 118, che approva il nuovo testo unico dello Statuto dell’opera “Marangoni” - Borse di studio per studi di scultura, pittura, medicina e legge a favore di persone native di Udine e provincia.

R.D. 5 febbraio 1911, n. 97, che erige in Ente morale il Legato “Ghio” in Scansano e ne approva lo Statuto (borsa di studio per studenti di scuole medie).

 R.D. 28 settembre 1911, n. 1193, che approva il Regolamento per l’applicazione dell’art. 68 della legge 4 giugno 1911, n. 487 (borse di studio nelle scuole normali).

R.D. 2 ottobre 1911, n. 1143, relativo al conferimento di borse di perfezionamento all’estero negli studi delle lingue e letterature inglese, francese e tedesca.

R.D. 21 aprile 1912, n. 467, col quale si istituisce una pensione per studio di perfezionamento presso lo Stabilimento di Belle Arti in Massa ed app­rova il relativo regolamento.

R.D. 26 settembre 1912, N, 1187, che istituisce tre posti gratuiti nel Convitto Nazionale “Longone” di Milano, per i figli degli ufficiali dell’esercito e dell’armata.

R.D. 24 ottobre 1912, n. 1283, che modifica l’art. 5 del Regio decreto 16 febbraio 1905, n. 40, riguardante il corso di perfezionamento negli studi dell’arte medioevale e moderna presso la R. Università di Roma.

R.D. 14 novembre 1912, n. 1430, che approva alcune modificazioni al regolamento approvato col R.D. 28 settembre 1911, n. 1193, riguardante il conferimento delle borse di studio agli alunni delle Scuole Normali.

R.D. 23 gennaio 1913, n. 321, concernente il corso di perfezionamento negli studi dell’arte medioevale e moderna presso la R. Università di Roma.

R.D. 16 febbraio 1913, n. 294, che approva il nuovo regolamento per l’assegnazione della borsa governativa di perfezionamento all’estero in medicina e chirurgia a favore dei laureati della R. Università di Padova.

R.D. 9 marzo 1913, n. 364, che approva il nuovo statuto della fondazione “Pezzullo” a favore dei giovani calabresi in Roma.

R.D. 11 maggio 1913, n. 862, che erige in ente morale la fondazione “Trivelli-Palazzi” e ne approva lo statuto (Borsa di perfezionamento all’estero per un corso quadriennale di medicina e chirurgia).

R.D. 13 luglio 1913, n. 1069, col quale viene approvato il nuovo Statuto della fondazione “Vandone” in Vigevano (Borse di studio a studenti universitari).

 

 

Circolari.

 

21 Ottobre 1911, n. 50. - Abbonamenti ferroviari a prezzo ridotto per studenti. - Pubblica le norme per ottenere l’ abbonamento da parte dei maestri che frequentano corsi di pedagogia, presso le RR. Università.

29 maggio 1912, n. 42. - Per gli studenti che a cagione della guerra furono impediti di sostenere le prove d’esame nelle scuole medie. - Concede facilitazioni di esami.

25 settembre 1912, n. 61. - Per gli studenti che a cagione della guerra non poterono presentarsi alla sessione estiva di esami nelle scuole medie. - Ancora sul tenore della circolare 29 maggio 1912, n. 42.

8 ottobre 1912, n. 63. - Immatricolazione di laureati. - Non hanno l’obbligo di depositare il diploma originale della laurea già conseguita.

6 Dicembre 1912, n. 77. - Studenti richiamati sotto le armi per la guerra libica. - Facilitazione per gli esami.

17 giugno 1913, n. 39. - Iscrizione degli ufficiali di artiglieria e genio alle scuole di applicazione per gli ingegneri. - Norme per tali iscrizioni.

20 agosto 1913, n. 52. - Conferma delle borse di studio istituite con le leggi 12 luglio 1896, n. 293 e 4 giugno 1911, n. 487, e RR.DD. 15 maggio 1910, n .336 e 27 giugno 1897, n. 415. - Norme da osservare nel compilare i prospetti dei voti degli alunni di scuole normali provvisti di borse di studio.

29 gennaio 1914, n. 21. - Osservanza dei termini per la presentazione delle domande di dispensa dalle tasse scolastiche.

 

 

Riferimenti.

 

Leggi : 21 luglio 1911 n. 851 riferimento a Vii, F - 26 giugno 1913 n. 836 a VII, 1 ed anche VII, F, ed anche VII, D.

Decreti: 15 gennaio 1911 n. 118 a VII, F - 5 febbraio 1911 n. 97 a VII, F - 28 settembre 1911 n.. 1193 a II, A - 2 ottobre 1911 n. 1146 a V - 26 ottobre 1912 n. 1283 a V - 14 settembre 1912 n. 1430 a II A - 23 gen­naio 1913 n. 321 a V - 9 marzo 1913 n. 364; 11 maggio 1913 n. 862; 13 lu­glio 1913 n.1069 a VII, F.

 

 

VII - Provvedimenti di carattere politico-sociale.

 

A. Educazione femminile ; convitti nazionali, privati, ecc.

 

 

Leggi.

 

Legge 23 giugno 1912, n. 813. - Riordinamento dei RR. Educatorii di Napoli. - (Si sopprime l’Educatorio Principessa Maria Clotilde e se ne devolve il patrimonio all’Educatorio “Regina Maria Pia”. Si aboliscono i 50 posti semigratuiti nei due educatori. Si provvede al personale e ai locali).

Legge 6 luglio 1912, n. 784. - Istituzione di un Convitto Nazionale femminile. - (Si istituisce un Consiglio di Amministrazione (5 signore e tre capi d’istituto). Si danno norme per il personale. Per quanto non espressamente stabilito, si applicano le norme dei Convitti maschili).

Legge 25 maggio 1913, n. 517. - Trasformazione di istituti di istruzione e di educazione. - (Si autorizza la trasformazione in scuole complementari e normali di Collegi, Conservatori, Educatori etc., si danno norme per la proce­dura della trasformazione. Si autorizza la trasformazione di Istituti governa­tivi (ginnasi in scuole tecniche etc.). Si autorizza la istituzione di classi aggiuntive serali in scuole tecniche).

 

 

Decreti.

 

R.D. 9 agosto 1910, n. 751, che approva la convenzione circa il contributo annuo del Comune di Cividale per il personale del Convitto “ Paolo Diacono” di quella città.

R.D. 31 agosto 1910, n. 698, che modifica il regolamento approvato con R.D. del 14 giugno 1909, n. 442, per l’esecuzione della legge sul lavoro delle e dei fanciulli.

R.D. 22 dicembre 1910, n. 933, che modifica l’art. 28 dello statuto organico del R. Collegio femminile di Verona.

R.D. 11 maggio 1911, n. 493, col quale è modificato lo statuto organico del “R. Collegio delle fanciulle” in Milano.

R. D. 21 maggio 1911, n. 895, che approva il Regolamento del R. Convitto delle Mantellate in Firenze.

R. D. 6 novembre 1911, n. 1394, che istituisce in Roma un Convitto Nazionale femminile.

R. D. 24 marzo 1912, n. 1101, con il quale è approvato il Regolamento per i Convitti Nazionali.

R. D. 27 ottobre 1912, n. 1471, che approva il Regolamento per l’esecuzione della legge 23 giugno 1912, n. 813, concernente il riordinamento dei RR. Educatori di Napoli.

 

 

Circolari.

 

15 agosto 1911, n. 38. - Sorveglianza sugli Istituti-Convitti

privati. - Raccomanda ai RR. Provveditori la massima vigilanza al riguardo e domanda notizie.

10 marzo 1913, n. 13. - Insegnamento del lavoro donnesco. Osservazioni e consigli dedotti dalla esperienza fatta in alcune scuole.

 

 

B. - Educazione fisica

 

Decreti (reali).

 

R. D. 25 settembre 1910, n. 779, che determina le funzioni di sugli Istituti di Magistero per l’educazione fisica di Roma, Torino e Napoli.

R. D. 8 dicembre 1910, n. 942, che erige in Ente morale l’Istituto Nazionale per l’incremento dell’educazione fisica in Italia, e approva il relativo Statuto.

R. D. 22 dicembre 1910, n. 959, che approva le norme per il coordinamento delle leggi sulle ispezioni riguardanti l’educazione fisica.

R. D. 2 febbraio 1913, n. 137, che istituisce una Commissione Reale della educazione fisica.

R. D. 12 giugno 1913, n. 824, che aumenta il numero dei membri della Commissione reale per l’incremento della educazione fisica (da 11 sono elevati a 15).

 

(Ministeriali).

 

 

Decreto ministeriale 7 ottobre 1911, che approva il Regolamento speciale per gli Istituti di Magistero per l’ educazione fisica.

Decreto ministeriale 24 agosto 1912, che approva i programmi d’insegnamento per gli Istituti di Magistero di educazione fisica.

 

 

Circolari.

 

4 luglio 1910, n. 45. - Insegnamento dell’educazione fisica alle alunne appartenenti a scuole medie miste governative. - Dispone che per le esercitazioni fisiche delle alunne di dette scuole siano adoperate le palestre delle scuole elementari femminili.

16 novembre 1910, n. 57. - Istruzione riguardante l’educazione fisica nelle scuole medie.

18 novembre 1910, n. 58 - Partecipazione delle scuole al concorso ginnastico nazionale del 1911 a Torino. Autorizza i Capi degli Istituti a raccogliere i risparmi degli alunni per partecipare a quel concorso, e promette un modesto aiuto ai giovani più bisognosi.

15 aprile 1911, n. 25. - Spese per acquisto di materiale didattico. - Divieto di includere nei rendiconti acquisti di attrezzi ed arredi attinenti all’educazione fisica, che spettano ai Comuni.

28 aprile 1911, n. 26. - Obbligo d’orario degli insegnanti di educazione fisica. - Dà norme in proposito.

14 ottobre 1911, n. 53. - Compensi agli incaricati di supplente per l’educazione fisica. - Misure dei compensi.

15 ottobre 1911, n. 54. - Insegnamento dell’educazione fisica. - Norme relative.

19 ottobre 1911, n. 52. - Norme generali sull’insegnamento della ginnastica nelle scuole elementari.

10 novembre 1911, n. 58. - Istruzioni e programmi per l’educazione fisica a scopo militare nei Convitti Nazionali.

1° dicembre 1911, n. 64. - Educazione fisica e tiro a segno. - Esorta all’iscrizione dei giovani al tiro a segno.

29 dicembre 1911, n. 2. - Istruzioni per l’educazione fisica nelle scuole medie.

10 marzo 1912, n. 27. - Per l’iscrizione degli studenti alle Società di Tiro a segno. - Stimola ancora la detta iscrizione.

16 maggio 1912, n. 40. - Primo esperimento scolastico interno di educazione fisica. - Pubblica il programma-regolamento di detto primo esperimento.

20 luglio 1912, n. 51. - Sugli incarichi di supplenze per la educazione fisica. - Norme relative alla concessione.

26 ottobre 1912, n. 67. - Educazione fisica. - Prospetto delle ore settimanali di insegnamento fisico per ciascun maestro.

18 maggio 1913, n. 29. - Secondo esperimento scolastico interno di educazione fisica. - Disposizioni perché le scuole vi prendano parte senza turbamento delle lezioni.

31 maggio 1913, n. 33. - Inscrizione al Tiro a Segno Nazionale degli studenti degli istituti medi. - Nuovo appello all’inscrizione.

12 luglio 1913, n. 44. - Supplenze per l’insegnamento dell’educazione fisica. - Persone cui possono essere affidate dette supplenze.

 

C. - Commemorazioni - feste - iniziative patriottiche - ricordanze - solennità - centenarii ecc.

 

 

Leggi.

 

Legge 20 marzo 1910, n. 144. - Dichiarazione di monumento nazionale della casa in cui morì Giuseppe Mazzini.

Legge 16 marzo 1911, n. 268. - Dichiarazione di monumento nazionale della tomba di Camillo Cavour a Sàntena.

Legge 13 aprile 1911, n. 314. - Concorso dello Stato per congressi e feste patriottiche nel 1911. - (si iscrive in bilancio la spesa di L. 1.452.000).

Legge 2 luglio 1911, n. 637. - Concorso dello Stato nella spesa pel monumento a Virgilio in Mantova. (L.40.000).

Legge 30 luglio 1911, n. 915. Maggiore assegnazione di L. 60.000 nella parte straordinaria dello Stato di previsione del Ministero della Pubblica istruzione per l’esercizio finanziario 1911-1912, a titolo di contributo, da parte dello Stato, alle onoranze centenarie a Giorgio Vasari. - (Si autorizza l’acquisto e la sistemazione a Museo Vasariano della casa dei Vasari in Arezzo. Si iscrive la relativa spesa di L.60.000).

Legge 15 maggio 1913, n. 487. - Concorso dello Stato per le onoranze centenarie a Giuseppe Verdi in Parma ed in Busseto. - - (Si autorizza il concorso dello Stato per L. 100.000 nella spesa pel monumento a Verdi in Parma. Si autorizza la spesa di L. 100.000 pel contributo per l’esposizione verdiana e per le altre Esposizioni del 1913 in Parma. Si concede un contributo di L. 50.000 per completare l’arredamento della sala dei concerti nel Conservatorio di Parma. Si intitola a Giuseppe Verdi il Ginnasio di Busseto. Si istituisce a Busseto un Corso magistrale).

 

 

Decreti

 

R. D. 25 settembre 1910, n. 799, che dichiara monumento storio gli avanzi del fortino di “Vigliena” presso S. Giovanni a Teduccio.

R. D. 11 maggio 1911, n. 547, col quale la tomba della famiglia Imbriani-Poerio in Pomigliano d’Arco è dichiarata monumento storico d’importante interesse.

R. D. 4 Aprile 1912, n. 600, che erige in ente morale il Comitato costituito in Parma per i festeggiamenti del I. Centenario della Nascita di G. Verdi, e ne approva lo Statuto.

 

 

Circolari.

 

27 maggio 1910, n. 39. - Ai RR. Provveditori.- Raccolta delle iscrizioni esistenti nei comuni del regno in memoria di avvenimenti o persone che ebbero parte nei fatti del nostro risorgimento. - Invita i Capi d’Istituto, insegnanti, RR. Ispettori, Direttori Didattici e Maestri a collaborare il in ogni provincia col Comitato Nazionale per la raccolta e trascrizione delle iscrizioni.

10 Aprile 1912, n. 34. - Festa della “Dante”. - Dispone che siano commemorati “Roma e Dante”.

21 febbraio 1913, n. 10. - Commemorazione del Re Umberto I. - Vacanza del 14 marzo.

4 luglio 1913, n. 45. - Atlante completo della Carta d’Italia del Touring Club Italiano. - Il Touring Club offre il detto Atlante alle biblioteche delle Scuole Medie e normali al prezzo di L. 14 invece di L. 28.

29 ottobre 1913, n. 64. - Orario limitato in alcuni giorni dell’anno. - Solenni ricorrenze in cui si fa solo l’orario antimeridiano.

7 gennaio 1914, n. 7. - Raccolta delle iscrizioni nei comuni del Regno in memoria di avvenimenti e di persone che ebbero parte nei fatti del nostro risorgimento. - Richiama la circolare del 27 maggio 1910, n. 39.

 

 

D. - Scuole professionali - lavoro dei fanciulli - educazione civile (protezione selvaggina, cartelloni murali, ecc.) - educazione religiosa (parere d. IV Sez.) - Biblioteche - bibliotechine popolari - Previdenza - risparmio - mutualità scolastica - Patronato - Igiene (vaccinazione, medico negli asili, fanciulli deboli di mente, ecc.).

 

 

Leggi.

 

Legge 3 luglio 1910, n. 425. - Modificazioni all’art. 2 della leggo (testo unico) 10 novembre 1907, n. 818, sul lavoro delle donne e dei fanciulli. (Indicazioni che deve contenere il libretto).

Legge 17 luglio 1910, n. 521. - Provvedimenti per la mutualità scolastica. (Le mutualità possono conseguire il riconoscimento giuridico. Si autorizza la Cassa Nazionale di Previdenza ad iscrivere i soci delle mutualità scolastiche. Concessione di un contributo di 50 cm. per ogni socio iscritto alla Cassa Nazionale).

Legge 26 giugno 1913, n. 886. - Requisiti di istruzione dei fanciulli per l’ammissione al lavoro negli stabilimenti industriali. - (Si stabilisce l’obbligo dei fanciulli ammessi al lavoro anteriormente al 1° luglio 1913 e che non possiedono l’istruzione richiesta dalla legge 10 novembre 1907, n. 818, di completare la loro istruzione nei modi prescritti dall’art. 1).

 

 

Decreti.

 

R.D. 19 Maggio 1910, n. 415, che approva il regolamento interno pel funzionamento della Commissione amministrativa dell’Istituto Nazionale artistico e industriale di S. Michele in Roma.

R.D. 26 gennaio 1913 n. 366 che modifica art. 3 e 5 del regolamento 27 giugno 1897 numero 415 concernente la erogazione della parte del fondo della soppressa cassa ecclesiastica destinato a beneficio dell’istruzione elementare.

R.D. 18 agosto 1913, n. 1088, che approva il regolamento per l’esecuzione della legge 17 luglio 1910, n. 521, sulle Società scolastiche di mutuo soccorso.

 

 

Circolari.

 

6 aprile 1910, n. 29. - Per l’istituzione di Bibliotechine scolastiche. - Raccomanda di secondare l’iniziativa del Comitato Centrale per la diffusione delle bibliotechine nelle Scuole Elementari.

8 aprile 1910, n. 26. - Celebrazione della festa degli Alberi. - Richiama alla celebrazione delle feste; somministrazione gratuita di piante da vivai governativi ; concorso di Municipi-Ufficiali di Ministero d’Agricoltura; Sussidi e premi in danaro ai Municipi e insegnanti più meritevoli.

14 aprile 1910, n. 34. - Raccolta dei piccoli risparmi nelle scuole - Raccomanda la diffusone dell’istituzione.

27 settembre 1910, n. 51. - Festa degli Alberi. - Norme perché questa festa, oltre che all’educazione, contribuisce anche a raggiungere il fine pratico del rimboschimento.

10 ottobre 1910, n. 53. - Cartelloni murali pubblicati dalla Lega Navale Italiana ad uso delle scuole elementari. - Ne raccomanda l’acquisto e la diffusione per educare i giovanetti all’amore del mare.

1 febbraio 1911, n. 2. Festa della pace. - Raccomanda che sia celebrato il 22 febbraio con un discorso del capo dell’istituto o di un professore, senza turbare l’ordine regolare delle lezioni.

7 Marzo 1911, n. 9. - Insegnamenti facoltativi ad integrazione delle classi elementari Va e VIa - Chiede relazione degli insegnamenti facoltativi, in considerazione delle condizioni economico-sociali di ciascuna provincia.

2 maggio 1911, n. 24. - Notizie sulla mutualità scolastica per l’anno scolastico 1909-910. - Le chiede ai RR. Provveditori.

5 maggio 1911, n. 23. - V Censimento generale della popolazione del regno e I Censimento industriale. - Norme e raccomandazioni agli insegnanti addetti al censimento.

26 luglio 1911, n. 36. - Bibliotechine per gli alunni delle scuole elementari. - Istruzioni e norme per l’istituzione, l’ordinamento e il funzionamento di bibliotechine scolastiche.

19 ottobre 1911, n. 51. - Insegnamento religioso nelle scuole elementari. - Pubblica la decisione 21 luglio 1911 della IV Sezione del Consiglio di Stato sul ricorso del Comune di Venezia in merito all’insegnamento religioso.

27 gennaio 1912, n. 13. - Sull’obbligo della vaccinazione e sulla tutela dell’igiene negli asili d’infanzia. - Richiama le norme relative.

1 febbraio 1912, n. 19. - Per la festa degli alberi. - Raccomanda vivamente la celebrazione della festa.

5 febbraio 1912. n.16. - Per la diffusione dei bollettini dell’istituto internazionale di agricoltura. - Ne raccomanda l’abbonamento.

26 marzo 1912, n. 32. - Per l’igiene nelle scuole. - Raccomandazioni sulla profilassi e l’igiene.

30 giugno 1912, n. 47. - Certificati scolastici per uso elettorale. - Si danno norme agli Ispettori scolastici per il rilascio dei detti certificati.

14 ottobre 1912, n. 64. - Nuove norme per le domande di sussidio degli asili infantili. - Comunica un modulo di domanda.

18 ottobre 1912, n. 65. - Per la protezione della selvaggina - educazione popolare. - Esorta gli insegnanti elementari a secondare un’iniziativa del Ministero di Agricoltura relativa alla protezione della selvaggina.

13 dicembre 1912, n. 82. - Festa degli alberi. - Pubblicazione dei nomi di Municipii-Associazioni, insegnanti, privati, che più contribuirono alla celebrazione della festa.

2 febbraio 1913, n. 7. - Mostra Internazionale e Concorso Nazionale di Materiale figurativo per le scuole. - Richiama l’attenzione su un’iniziativa dell’associazione per la cultura artistica nazionale.

8 maggio 1913, n. 24. - Concorso fra maestre e maestri rurali per la cooperazione, la mutualità e la previdenza nelle campagne. - Comunica i termini di un concorso bandito da un Comitato Nazionale per la Mutualità Agraria.

10 maggio 1913, n. 27. - Stanziamento di Somme per l’assistenza scolastica nei bilanci comunali. - Raccomanda di vigilare che i detti stanziamenti non vengano diminuiti.

30 giugno 1913, n. 35. - Propaganda di igiene e di previdenza. Per favorire la iniziativa dell’Associazione ‘Nazionale dei Medici condotti.

20 luglio 1913, n. 51bis. - Strumenti metrici a scopo di insegnamento. Raccomanda che i modelli di strumenti metrici, acquistati a scopo di insegnamento da amministrazioni Comunali, se provenienti dall’Estero, corrispondano a quelli in uso nel Regno.

1 agosto 1913, n. 50. - Il patronato scolastico secondo la legge del 4 giugno 1911, n. 487. - Carattere, ordinamento, costituzione, funzionamento e vigilanza del Patronato Scolastico.

1 ottobre 1913, n. 59. - Domande di sussidio per le biblioteche popolari. Agli altri documenti dovrà essere unito un elenco dei libri acquistati coll’ultimo sussidio.

11 novembre 1913, n. 70. - Ricerche statistiche sui fanciulli deboli di mente. Pubblica modelli per raccogliere le relative notizie.

16 gennaio 1914, n. 12. - Tasse di Bollo sugli atti dei patronati scolastici.

22 gennaio 1914, n. 19. - Analfabeti Emigranti per gli Stati Uniti d’America.

21 febbraio 1914, n. 26. - Concorso fra maestri e maestre rurali per la cooperazione, la mutualità, la previdenza, la cultura nello campagne.

 

 

E. - Comitati di padri di famiglia - convegni - riunioni per regolare, rinforzare la disciplina didattica.

 

Circolari.

 

21 novembre 1910, n. 55. - Sull’azione educativa dei presidi e direttori di scuole medie. - Rammenta ai Capi d’Istituto l’azione educativa che essi possono esercitare e i modi fra i quali quello della costituzione di Comitati di padri di famiglia.

19 gennaio 1912, n. 10. - Sui Comitati di padri di famiglia. - Ricorda limiti precisi entro cui dev’essere contenuta l’azione di questi Comitati.

27 settembre 1913, n. 60. - Convegno dei padri di famiglia promosso dall’associazione per la scuola di Milano. - Raccomanda al Capi di Istituto di far conoscere i temi del Convegno ai padri di famiglia.

 

 

F. - Enti morali.

 

Decreti.

 

R.D. 18 ottobre 1910, n. 777, che modifica l’art. 26 dello Statuto dell’Accademia ed Istituto di Belle Arti di Venezia.

R.D. 19 gennaio 1911, n. 141, che erige in ente morale la fondazione “Giuseppe Colasanti” di Roma e ne approva lo Statuto.

R.D. 9 febbraio 1911, n. 113, che erige in ente morale la biblioteca “Baldassarre Labanca” in Agnone e approva il relativo Statuto.

R.D. 25 aprile 1911, n. 495, che approva lo Statuto del Consorzio Universitario di Padova.

R.D. 1° maggio 1911, n. 524, che approva il nuovo Statuto dell’Istituto Sabino degli studi in Roma.

R.D. 3 dicembre 1911, n. 1519, che approva un nuovo regolamento organico per il R. Istituto lombardo di scienze e lettere in Milano.

R.D. 10 marzo 1912, n. 395, che approva il nuovo Statuto della Società medico-chirurgica di Bologna.

R.D. 21 marzo 1912, n. 337, che approva lo Statuto organico della fondazione “Gotti” di Volterra.

R.D. 25 luglio 1913, n. 955, col quale la fondazione “Primo Maragliano” è eretta in Ente morale e ne è approvato lo Statuto

R.D. 27 luglio 1913, n. 953, col quale viene eretta in Ente morale la Commissione per la Storia della R. Università di Bologna e ne è approvato lo Statuto.

R.D. 15 agosto 1913, n. 1151, che erige in Ente morale il lascito “Ceretti” per una Biblioteca popolare in Intra.

 

 

Circolari.

 

16 giugno 1910, n. 44. - Vigilanza sulla erogazione delle somme concesse a titolo di sussidio ad Enti ed Associazioni. - Dà norme per la vigilanza sulla erogazione delle somme concesse dal Ministero a Comuni ed altri Enti a favore dell’assistenza scolastica.

 

 

G. - Professioni.

 

Leggi

 

Legge 31 marzo 1912, n. 298. - Obbligo della laurea in medicina e chirurgia per l’esercizio della odontoiatria (Si dettano disposizioni pei vecchi esercenti sforniti di laurea).

Legge 14 luglio 1912, n. 854. - Riordinamento dell’istituto professionale. - (Per quanto riguarda questo Ministero dell’Istruzione, dispone che con un apposito decreto reale si stabiliranno le norme per il passaggio degli alunni dalle scuole professionali agli istituti indipendenti dall’Istruzione, sentiti il Consiglio per l’Istruzione industriale e commerciale e il Consiglio Superiore di Pubblica Istruzione.

Legge 5 giugno 1913, n. 608. - Conversione in legge del R.D. 25 luglio 1912, n. 1132, relativo all’esercizio delle professioni sanitarie per parte degli espulsi dalla Turchia. - (Col decreto convertito in legge veniva concesso ai professionisti espulsi la facoltà di esercitare in Italia fino al 25 gennaio 1913 la professione sanitaria a cui erano abilitati dai rispettivi diplomi conseguiti all’estero).

 

 

Decreti.

 

R. D. 31 Agosto 1910, n. 821, che apporta modificazioni al Regolamento per l’abilitazione all’insegnamento della stenografia.

R. D. 12 febbraio 1911, N,. 244, che provvede per l’abilitazione all’insegnamento della stenografia.

R.D. 27 ottobre 1912, n. 1223, che approva il regolamento per l’ esecuzione degli art. 3 e 4 della legge 31 marzo 1912, n. 298, relativa, all’esercizio della odontojatria.

R.D. 12 agosto 1910, n. 820, che rilascia il diploma di abilitazione ad honorem per l’insegnamento della stenografia.

 

 

Circolari.

 

1° gennaio 1914, n. 15 - Quesiti circa l’applicazione dell’articolo 166 della legge 16 febbraio 1913 n. 89 sull’ordinamento del notariato e degli archivi notarili.

 

 

H. - Nuove scuole e regolarizzazione di scuole esistenti.

 

Leggi.

 

Legge 17 Luglio 1910, n. 553. - Conversione in scuole regie dell’istituto e della scuola tecnica di Spoleto, sede dell’Istituto Nazionale per gli orfani degli impiegati civili dello Stato. - (Il Comune paga il contributo annuo di L. 20.574 al netto dell’introito per tasse scolastiche e provvede al personale assistente e di servizio, ai locali, al podere sperimentale, al materiale scolastico e scientifico.

12 Marzo 1911, n. 239. - Istituzione di una scuola tecnica in Parrello (È istituita a totale carico dello Stato).

 

 

Decreti.

 

R.D. 28 Aprile 1910, n. 307, che approva la tabella indicante i contributi da corrispondersi all’Erario per le scuole medie che verranno istituite o convertite in governative dopo il 1 Ottobre 1909.

 

 

Riferimenti.

 

A) Leggi: 23 giugno 1912 n. 813 riferimento a VII, H ed anche I, A - 25 maggio 1913, n. 517 a VII, H ed anche I, A ed anche II, B.

Decreti : 9 agosto 1910 n. 755 a V - 31 agosto 1910 n. 698 a VII, D -24 marzo 1912 n. 1101 a VIII.

B) Decreti: 8 novembre 1910 n. 942 a VII, F - 22 dicembre 1910 n. 959 a V.

C) Legge: 2 luglio 1911 n. 637 a III.

Decreto: 4 aprile 1912 n. 600 a VII, F.

D) Legge : 17 luglio 1910 n. 521 a II, A.

Decreto : 19 maggio 1910 n. 415 a VI, F.

E) Legge: 17 luglio 1910 n. 553 a VI.

 

 

VIII. - Provvedimenti intesi a assicurare, migliorare o rendere più spediti alcuni servizi.

 

Decreti.

 

R.D. 9 Agosto 1912, n. 1076, che approva il nuovo Regolamento per la contabilità dei Convitti Nazionali.

 

 

Circolari.

 

4 Giugno 1910, n. 43 bis. - Tasse d’esame di maturità e di licenza elementare. Controllo delle RR. Intendenze di Finanza. Invita i Provveditori a trasmettere alle RR. Intendenze di Finanza l’elenco di ciascuna tassa, per il controllo delle somme richieste.

8 Giugno 1910, n. 42. - Ricognizione dei mobili d’ufficio - Dà norme per la giusta ricognizione dei mobili d’ufficio prescritta dal R.D. 18 settembre 1905 n. 512.

8 Marzo 1913, n. 12 - Norme procedurali per la istruttoria e la notificazione dei ricorsi gerarchici - Art. 52, 3 ultimo comma, e 7 della legge 4 giugno 1911, n. 487; art. 263 e 264 del regolamento 6 febbraio 1908, n. 150.

9 marzo 1911, n. 10 - Spese d’ufficio degli Ispettori scolastici . - I RR. Ispettori dovranno presentare insieme con le fatture di acquisto di oggetto non di ordinario consumo, anche il buono ai carico.

26 marzo 1911, n. 11 - Rendiconti dei mandati a disposizione per il pagamento delle retribuzioni dovute agli insegnanti delle scuole medie. - Per la rinnovazione dei mandati a disposizione: norme e cautele.

28 marzo 1911, n. 15 - Compilazione dei buoni di pagamento su mandati a disposizione - Raccomanda ai Prefetti di non affidarle ai Capi d’Istituto, per non confondere in una stessa persona le funzioni del liquidatore e dell’ordinatore della spesa.

29 marzo 1911, n. 21 - Rendiconti di spese per la visita alle scuole elementari - Raccomanda la presentazione dei detti rendiconti entro i termini dell’art. 365 del Regolamento sulla contabilità dello Stato.

16 maggio 1911, n. 28. - Sesta ricognizione dei mobili d’ufficio - Invita i Capi distituto a procedere alla detta ricognizione

4 settembre 1911, n. 49 - Nuovo Regolamento per le spese in economia. - Dà norme per l’applicazione del regolamento 8 giugno 1911, n. 770.

30 ottobre 1911, n. 55. - Indicazioni necessarie nelle corrispondenze d’ufficio - Raccomanda che la corrispondenza contenga sempre tutte le indicazioni necessarie.

9 novembre 1911, n. 56. - Norme per la compilazione dei rendiconti di spese eseguite con i fondi anticipati sulle dotazioni dei RR. Ginnasi-Licei delle RR. Scuole Normali.

12 gennaio 1912, n. 11. - Scarto di atti delle Amministrazioni governative. - Per l’applicazione dell’art. 69 del R.D. 2 ottobre 1911, n. 1163 sugli Archivi di Stato.

26 luglio 1912, n. 52. - Indennità di visita alle scuole primarie. - Prospetto di ripartizione delle somme relative.

10 dicembre 1912, n. 78. - Proventi delle pergamene per diplomi. - Norme per il versamento di detti proventi.

15 maggio 1913, n. 30. - Spese sui fondi a disposizione. - Norme per la compilazione dei rendiconti.

29 maggio 1913, n. 31. - Chiusura dell’esercizio finanziario.

11 luglio 1913, n. 43. - Cernita dei documenti contenuti negli archivi di deposito degli uffici scolastici. - Raccomanda sollecita composizione di Commissione per la detta cernita.

26 settembre 1913, n. 61. - Consegna di beni mobili. - Per i passaggi di un consegnatario ad un altro.

12 gennaio 1914, n. 16. - Certificati di esami. - Sul modo di rilasciarli.

28 gennaio 1914, n. 18. - Per la regolare notificazione ed istruttoria dei ricorsi nelle controversie scolastiche.

 

 

Riferimenti.

 

 Decreto : 9 agosto 1912 n. 1076 riferimento a VII, A.

 

 



[1] La seguente raccolta di provvedimenti legislativi e amministrativi, emanati da Luigi Credaro in qualità di Ministro della P. I. (1910-1914), è tratta da Tarquinio Armani, L’attività legislativa di un pedagogista, in Rivista Pedagogica, a. VIII, n. 3, dicembre 1914, pp. 955-1026 (poi  in Id., Scritti critici su provvedimenti legislativi scolastici, Milano-Roma, Dante Alighieri, 1915); e da Emilia Santamaria Formíggini, Luigi Credaro (con documentazione), ivi, a. XXIV, n. 5, novembre-dicembre 1931, pp. 666-698. Ai saggi in questione ci si è largamente ispirati anche per quanto concerne le modalità di organizzazione e classificazione del materiale normativo.