La Rai fa di tutto per trattenere Amadeus, pronta offerta shock

La Rai sta facendo davvero di tutto per far cambiare idea ad Amadeus che sembra destinato come Fabio Fazio a passare a Nove. Pronta un’offerta shock.

Dopo la fine del Festival di Sanremo 2024, ultimo della gestione Ama, sono iniziate le voci sul possibile addio del conduttore alla tv di Stato.

Il futuro di amadeus
Amadeus lascia la Rai? (ANSA) Cultureducazione.it

Sebbene la situazione sia ancora in divenire, e difficile da decifrare, sono sempre più le persone che hanno alzato un velo di polemica su questa situazione, cercando di capire cosa accadrà. Negli ultimi giorni appariva ormai scontato il passaggio dell’artista a Discovery, azienda che gestisce diversi canali tra cui Nove e Real Time. 

Questa sta facendo degli investimenti importanti, basti pensare all’ingaggio, a suon di quattrini, di Fabio Fazio e di tutto il cast di Che tempo che fa. Ora però la Rai, che ha capito che perderebbe terreno con il suo addio proprio dopo l’esperienza Fazio, ha intenzione di aumentare le cifre sul contratto di rinnovo per cercare di trattenere Amadeus. Difficile capire al momento se la società di Stato si è mossa per tempo oppure se la situazione è destinata irrimediabilmente a sfuggirgli di mano.

Amadeus resta o lascia la Rai?

Al momento, come già detto, non vi è certezza attorno al futuro di Amadeus, anche se magari lui in cuor suo la decisione l’ha già presa. Ciò che è sicuro invece è che Discovery vuole provare a portarlo dalla sua parte e la Rai non è intenzionata di rimanere a guardare.

Cosa succede ad Amadeus
Amadeus e il suo futuro (ANSA) Cultureducazione.it

Il direttore generale della Rai, Giampaolo Rossi, avrebbe messo sul piatto una nuova offerta studiata insieme all’amministratore delegato dell’azienda Roberto Sergio come svela Il Sole 24 ORe. Una contro-offerta rispetto a quella Discovery giocando al rialzo e cercando di trattenere il conduttore.

Al momento non si conoscono le cifre, ma si parla di un qualcosa con nessun precedente nella storia della Rai, per importanza, e una durata di quattro anni. Il tempo per capire bene che fare c’è, considerando che l’accordo tra Ama e la Rai scade il prossimo 30 agosto. Ma intanto la sensazione che la situazione sia tutta nelle mani del conduttore è abbastanza palese.

Vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane che potranno essere decisive per tutti e tre i protagonisti in ballo, dalle due reti al presentatore. Il pubblico non si preoccupa, tanto sa già che lo vedrà anche il prossimo anno a prescindere da quale rete sceglierà.

Impostazioni privacy