Allerta alimentare, possono farti molto male: riportali subito al supermercato

Scatta l’allerta alimentare per un cibo che tutti hanno in dispensa. Se lo usit anche tu riportalo subito al supermercato, eviterai guai.

Dobbiamo ovviamente stare molto attenti a ciò che mangiamo, ma soprattutto fare attenzione a quelli che sono possibili richiami in tal senso.

supermercato rischio
Allerta alimentare, fa davvero male (Cultureducazione.it)

Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach affermava che siamo ciò che mangiamo”, Ippocrate invece Fa che il cibo sia la tua medicina e che la medicina sia il tuo cibo”. L’avevano capito già gli antichi che si erano resi conto come la salute dipendesse da ciò che consumiamo a tavola tutti i giorni, spesso sottovalutando per la fretta ciò che ingeriamo.

Diventa dunque fondamentale anche cercare di fare le cose con attenzione anche e soprattutto quando arrivano i richiami da parte del Ministero della Salute. Eventuali errori vengono ravvisati con molta precisione fino addirittura ai numeri del lotto da ritirare. Anche se va detto che fare attenzione con la nostra esperienza diventa fondamentale quando ci presentiamo ad assaggiare un cibo che stiamo per preparare. Nonostante questo ci sono dei pericoli che non possiamo riscontrare né con la vista né mangiando. Andiamo a vedere qual è il prodotto ritirato in queste ore.

Allerta alimentare, non mangiarlo

Questo alimento può farti davvero molto male e ha fatto scattare un’allerta nel nostro paese andando a colpire tutto il paese. Se l’avete in casa fate davvero molta attenzione.

Secondo quanto riportato dalla Commissione Europea, che è scesa in campo in prima persona, alcune sostanze usate nei prodotti affumicati possono creare un po’ di preoccupazione per la sicurezza alimentare. In particolare ci si riferisce a otto sostanze aromatiche che sono utilizzate per questa tecnica.

cibo da evitare
Non mangiarlo (Cultureducazione.it)

Si parte dalle già bandite SF-007 e SF-010 che dal primo gennaio scorso non sono più legali da utilizzare. Le altre saranno gradualmente sostituite dall’industria per trovare qualcosa di equivalente e più sicuro per la salute. Tutto è stato motivato dalle ricerche condotte dall’Efsa che ha evidenziato i gravi rischi che si possono verificare.

Ci vorrà tempo però per il ritiro totale si parla di cinque anni per formaggio o prosciutto e due per zuppe, patatine e salse. Sicuramente si tratta di prodotti che si trovano in tutte le cucine e dobbiamo seguire gli aggiornamenti in una situazione che a volte rischia di essere davvero di difficile lettura. Tenetevi informati perché ne va sicuramente della vostra salute e dunque è importante fare attenzione.

Impostazioni privacy