L’odore delle ragazzine rivela sempre quello che è accaduto

Gli odori delle adolescenti come un diario intimo. Nuovi studi ne hanno evidenziato il ruolo ed il significato. Con esiti sorprendenti. 

L’odore del corpo come traccia inconsapevole capace di rilevare qualcos’alto, oltre al tratto fisiologico. Se adolescenti e preadolescenti si trovano sovente in conflitto con gli adulti, , la responsabilità potrebbe essere dell’odore. Secondo gli scienziati, infatti, l’odore può rappresentare una “confessione”, un segno che riporta al carattere e dunque alla personalità stessa.

odore delle ragazzine
Alcuni dettagli delle adolescenti possono essere importanti – Foto: Cultureducazione.it

 

L’odore come parte di noi, così stretta ed intima che possiamo permetterci il lusso di non prestarci troppa attenzione, se non in casi particolari, quando qualcosa va fuori controllo e ci accorgiamo che sì, il nostro odore viene percepito anche da altri. E non è sempre per buone ragioni. Si rimedia, allora, con l’ausilio di prodotto che aiutano a stemperare o trasformare completamente l’alone che promana da, nostro corpo. Ma non è così semplice e gestibile come crediamo. La nostra pelle infatti emana sempre un odore specifico, una firma, qualcosa di intimo ed indissolubile,  che manda segnali, reclama attenzione e – in alcuni casi – arriva a renderci renderci sgradevoli, a livello inconscio, a chi ci sta intorno.

L’odore proviene dai nostri ormoni e può suscitare attrazione o repulsione. A livello inconscio può bastare un odore sgradevole per renderci più irritabili e più predisposti alla conflittualità. A confermare queste dinamiche, molto presenti e radicate in natura, è lo studio realizzato dall’Università tedesca di Erlangen -Norimberga- che ha confrontato le caratteristiche chimiche degli odori arrivando alla conferma sul ruolo che il nostro stesso corpo gioca nel predisporre le interazioni familiari e sociali.

La ricerca è iniziata esaminando gli odori dei neonati, dei bambini piccoli e infine quello degli adolescenti. I risultati si sono rivelati, in alcuni casi, sorprendenti: da una certa età in avanti l’odore può condizionare pesantemente – in modo positivo o negativo – il rapporto tra un ragazzino e i suoi genitori. Una dinamica che si sviluppa del tutto inconsapevolmente.

Litighi ? Potrebbe dipendere dal tuo odore

Dunque c’è un rapporto invisibile ma molto stretto tra odore e relazioni sociali ed è una componente, questa, che gioca un ruolo importante anche nelle complesse relazioni tra genitori e figli e assume significato proprio nella componente conflittuale della relazione.

odore delle ragazzine
I litigi tra adolescenti e genitori possono essere frequenti – Foto: Cultureducazione.it

 

Il rilevamento si basa sul fatto che odori di bambini e adolescenti possono sembrare in qualche modo simili e gradevoli ma hanno differenze, seppur minime, che a livello di percezione li rendono profondamente diversi. La presenza di steroidi – presenti negli adolescenti ma assenti nei bambini fino alla pubertà – fa sì che l’odore dei più piccoli, a livello inconscio, faccia tornare alle mente l’idea di campi fioriti mentre l’odore degli adolescenti viene inconsciamente associato all’odore di formaggio, urina e alla poco raccomandabile fragranza tipica delle capre. La differenza, fondamentale, determina il diverso rapporto degli adolescenti con i genitori. L’odore gradevole che caratterizza neonati e i bambini piccoli indurrebbe gli adulti ad avere più pazienza e ad essere più amorevoli con i figli. Al contrario l’odore sommessamente selvatico che emanano gli adolescenti provocherebbe maggiore irritabilità.

Gli odori poco piacevoli emanati dagli adolescenti a partire dai 14 anni, spiazzerebbero – a livello inconscio – i genitori i quali si sentirebbero respinti dai loro figli in piena tempesta ormonale. Dunque l’odore dei ragazzini e delle ragazzine  nell’età compresa tra i 14 e i 18 anni sarebbe la causa dei frequenti litigi tra figli e genitori durante la fase adolescenziale.

 

Impostazioni privacy