I giovani muoiono di tumore, mai come ora

Sempre più giovani muoiono a causa di neoplasie: l’età media dell’incidenza dei tumori si è abbassata. Vediamo cosa dicono i medici.

E’ strage di tumori tra i giovani. Non solo è aumentato il numero di persone colpite dai tumori ma si è abbassata l’età media d’incidenza: oggi ad ammalarsi di cancro sono moltissimi adolescenti e giovani. Che cosa è cambiato negli ultimi anni? Scopriamo cosa dicono i medici a riguardo.

giovani si ammalano di turmo
Il tumore è una malattia che fa ancora paura – Foto | Cultureducazione.it

Scoprire di avere un cancro è un trauma sempre e comunque. Ma se il cancro ci colpisce – o colpisce i nostri figli o nipoti – in giovane età, il dramma è ancora più grande. Ed è esattamente quello che sta accadendo in tutto il mondo. Tra il 1990 e il 2019 i casi di cancro in giovani pazienti sono saliti del 79% e i decessi del 28%.

In particolare è aumentato il cancro del colon-retto: i casi, tra le persone con meno di 50 anni, sono quasi raddoppiati. Nel nostro paese questo tipo di neoplasia è la terza causa di morte per gli uomini. In crescita anche i tumori alla mammella che, tra il 2013 e il 2023, sono aumentati del 16%.

giovani si ammalano di turmo
In crescita il numero di tumori alla mammella – Foto | Cultureducazione.it

Secondo le stime degli esperti, entro il 2030, le diagnosi di tumore nei giovani aumenteranno ancora del 31% e le morti cresceranno del 21%. E’ urgente intervenire ed è urgente capire come mai si è abbassata l’età d’incidenza del cancro. Perché tumori che, un tempo, colpivano quasi esclusivamente gli anziani, oggi colpiscono ragazzi di 20 o 30 anni?

Aumentano i tumori tra i giovani: ecco perché

Capire cosa stia facendo aumentare i casi di cancro tra i giovani è fondamentale per intervenire e cercare di cambiare rotta prima che la situazione diventi irreparabile. Secondo gli esperti molte malattie potrebbero dipendere da fattori ambientali.

Secondo i medici non è uno solo il fattore che può determinare la comparsa di un cancro. Piuttosto sono diversi fattori che, combinati assieme, aumentano – in alcuni casi di molto – le probabilità di ammalarsi. La genetica e la storia familiare sono senza dubbio importanti ma altrettanto importante è il nostro stile di vita.

Oggi i giovani fanno poco esercizio fisico, mangiano poca frutta e verdura e molti alimenti processati: cibi in scatola, snack, dolci, alimenti pieni di conservanti, additivi e zuccheri. Inoltre si mangia ancora troppa carne rossa che, secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, non dovrebbe assolutamente essere consumata ogni giorno come, invece, molte persone fanno.

Non da ultimi ci sono i fattori ambientali come l’inquinamento e lo smog a cui siamo costantemente sottoposti. Che fare allora? Per prima cosa bisogna “raddrizzare il tiro” a tavola e seguire una dieta più sana e naturale. Importantissimo sottoporsi ad esami di controllo come la colonscopia che, nel caso del cancro al colo-retto, può consentire di prendere il tumore in tempo.

 

Impostazioni privacy