Ci sono famiglie che prendono soldi tra poco. E potrebbe farlo anche la tua

Tra luglio e ottobre arriveranno soldi extra per le famiglie italiane. Una buona notizia, visto il periodo economico che vive l’Italia

Le famiglie italiane riceveranno somme extra tra luglio e ottobre. Gli importi, comunicati recentemente dall’Agenzia delle Entrate, variano in base alle dichiarazioni dei redditi effettuate. Non solo per quel che concerne le somme, ma anche per quanto riguarda i tempi di erogazione. Entriamo nel dettaglio, sulla base di quanto dichiarato dall’Agenzia delle Entrate.

Si tratta di una buona notizia, visti i tempi che viviamo. Nonostante i tanti bonus e incentivi erogati, tanto dal Governo, quanto dalle istituzioni locali, moltissime famiglie italiane continuano a patire una situazione economica molto delicata, anche per spese basilari e fondamentali come quelle alimentari. Si inquadra in tal senso, solo per fare un esempio, la recente reintroduzione della social card che permetterà alle famiglie indigenti di spendere nei supermercati tra la fine del 2024 e l’inizio del 2025 per beni di prima necessità.

Stando così le cose, dunque, è sicuramente importante sapere quando le famiglie italiane potranno ricevere dei soldi extra. Il periodo di riferimento va, come detto, da luglio a ottobre, ma le date possono essere molto variabili. La brutta notizia, però, è che i pensionati dovranno aspettare un po’ di più. 

Soldi alle famiglie italiane tra luglio e ottobre

I tempi di ricezione dei rimborsi del 730 2024 hanno subito delle variazioni per i lavoratori dipendenti e i pensionati, come comunicato dall’Agenzia delle Entrate. Oggi siamo in grado di fornirvi tutte le date, categoria per categoria. Prendete carta e penna.

Mentre i rimborsi per i lavoratori dipendenti e gli autonomi sono già in corso, i pensionati devono attendere un po’ di più prima di ricevere i loro pagamenti. Secondo quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate, il tempo di attesa per i rimborsi fiscali dipende dalla data in cui è stata inviata la dichiarazione dei redditi, con i pensionati che devono attendere un mese in più rispetto ai lavoratori dipendenti.

Il 15 giugno per coloro che hanno presentato la dichiarazione dei redditi entro il 31 maggio; il 29 giugno per le dichiarazioni presentate dal 1° al 20 giugno; il 23 luglio per le dichiarazioni presentate dal 21 giugno al 15 luglio; il 15 settembre per le dichiarazioni presentate dal 16 luglio al 31 agosto; il 30 settembre per le dichiarazioni presentate dal 1° al 30 settembre.

I pensionati, invece, devono aspettare un po’ di più. Se hanno presentato la dichiarazione dei redditi a maggio, riceveranno il rimborso a luglio e non a giugno come i lavoratori dipendenti. Chi ha presentato la dichiarazione a giugno, riceverà i rimborsi ad agosto. Per coloro che la presentano a luglio, i rimborsi arriveranno a settembre. Chi la presenta ad agosto, riceverà i rimborsi ad ottobre. Infine, chi presenta il 730 a settembre (entro il 30, termine ultimo di presentazione), riceverà il rimborso a novembre.

 

Impostazioni privacy